Cavasin: "La Roma può arrivare tra le primissime. L'inno cantato dall'Olimpico è stupendo"

28.08.2012 23:48 di Redazione Vocegiallorossa   vedi letture
Fonte: Radio Incontro - Diario di Bordocampo
Cavasin: "La Roma può arrivare tra le primissime. L'inno cantato dall'Olimpico è stupendo"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico De Luca

Alberto Cavasin è intervenuto ai microfoni di "Radio Incontro 105.8 Fm, Diario di bordocampo": "Ho avuto il piacere di seguire la Roma in tutto il precampionato. Il passo falso della prima giornata contro il Catania credo sia dovuto, oltre ai meriti della squadra etnea, ad una condizione non ottimale per via dei carichi pesanti di lavoro durante la preparazione atletica di cui la squadra trarrá giovamento fra qualche giornata.

- Altro motivo di un avvio stentato, per mister Cavasin , è da ricercare nelle amichevoli pre-campionato -"Al momento ciò che manca ai giallorossi è il contatto vero e proprio con la gara per colpa di un avvicinamento alla prima gara di Serie A troppo soft con amichevoli contro squadre di poco rilievo".

- La chiave della stagione della Roma sta nella consacrazione dei giovani talenti presenti in rosa - "Se nel contesto esploderà qualche ottimo giovane mi sento di mettere la Roma fra le primissime".

- Chiude Cavasin dichiarando che per lui Roma, ma soprattutto l'inno "Roma,Roma,Roma" di Antonello Venditti,suonato all'Olimpico all'ingresso delle squadre in campo, ha un fascino particolare - "Dire Roma significa dire tanto. Sentire suonare le note del suo inno cantato dai tifosi all'Olimpico è qualcosa di stupendo. - continua - sembra quasi che la Roma inizi ogni gara casalinga dal 2-0"