Cagliari-Roma rinviata, vittoria a tavolino possibile. Ecco cosa dice il Codice di Giustizia Sportiva

23.09.2012 10:25 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Cagliari-Roma rinviata, vittoria a tavolino possibile. Ecco cosa dice il Codice di Giustizia Sportiva
Vocegiallorossa.it
© foto di Luigi Putignano/TuttoLegaPro.com

La notizia è arrivata nella notte e ha scosso tutti i tifosi giallorossi: il Prefetto di Cagliari ha deciso di rinviare la gara tra il club sardo e la Roma, prevista per oggi alle 15.00, a causa "dell’urgente e grave necessità di prevenire ogni forma di turbativa dell’ordine e della sicurezza pubblica conseguente alle reazioni emotive, irrazionali e inconsulte ingenerate dall’invito formulato dal presidente della Cagliari Calcio".

Il numero uno dei rossoblù, Massimo Cellino, aveva chiesto a "tutti i suoi tifosi, titolari di biglietto e abbonamento, di recarsi allo stadio per assistere alla partita Cagliari-Roma nel rispetto dell’ordine e della civiltà". L'impianto di Quartu Sant'Elena era stato ritenuto in precedenza non idoneo ad ospitare il match con i tifosi e il Prefetto aveva disposto lo svolgimento della gara a porte chiuse, provocando la rabbia dello stesso Cellino.

Cosa succederà ora? La Procura federale ha aperto un'inchiesta con i tifosi che chiedono a gran voce lo 0-3 a tavolino.

In merito, il Codice di Giustizia Sportiva è piuttosto chiaro.

Art.17

1. La società ritenuta responsabile, anche oggettivamente, di fatti o situazioni che abbiano influito sul regolare svolgimento di una gara o che ne abbiano impedito la regolare effettuazione, è punita con la perdita della gara stessa con il punteggio di 0-3