Bucchioni: "L'Atalanta è da scudetto". AUDIO!

16.09.2020 05:00 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Bucchioni: "L'Atalanta è da scudetto". AUDIO!

A dire la sua sul campionato e sul mercato è stato a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, il giornalista Enzo Bucchioni.

Muriel inserisce anche l'Atalanta nella corsa scudetto.
"Sono d'accordo. C'è questa consapevolezza nello spogliatoio. Al di là degli acquisti e di quello fatto negli ultimi anni, l'Atalanta ci aveva abituato a vendere pezzi importanti, mentre quest'anno non è stato smontato nulla. Zapata era cercato dall'Atletico e ha detto di no. Proverà a fare l'ultimo step per diventare grande. Ed è giusto che ci provi".

C'è qualche squadra che le fa sorgere delle perplessità?
"Mancano 20 giorni alla fine del mercato e qualcosa accadrà. Mi sarei aspettato qualcosa di più dalla Lazio. Ha preso Muriqi, ma è complessivamente una squadra con una rosa corta. Con la Champions devi rafforzare la rosa. Mi aspetto che si rafforzi ancora, ma finora si è mossa poco".

Chi rischia tra i tecnici? E chi potrebbe subentrare?
"Parlare di esoneri ora è inutile. Intanto c'è Allegri libero e il suo fantasma aleggerà su tanti. Faticheranno le neopromosse e quelle sono le più in bilico".

Castagne ha parlato di un rapporto non idilliaco con Gasperini all'Atalanta.
"Gasperini ha un carattere particolare, lo sappiamo. Ma va valutato cosa fa sul campo. I risultati sono dalla sua parte. Cosa dicono i calciatori, quando vanno via, non conta".

Pessimista sulla Fiorentina?
"Commisso è partito dal sedicesimo posto, dalle macerie. Da lì ha ricostruito faticosamente una squadra e ha riportato entusiasmo in città. Ora facciamolo lavorare. Ha sbagliato a dire che è carico di soldi, che non sono un problema. Le cose vanno fatte per gradi. Dovrà fare un altro step ora, crescerà ancora ma non è una squadra da non sottovalutare. Manca il regista classico, ma possono farlo Amrabat e Pulgar".


Maracanà con Marco Piccari e Cinzia Santangeli Ospiti: Xavier Jacobelli, Enzo Bucchioni