La gara vista dalla curva - Rassegnazione sugli spalti per l'ennesimo pareggio a tinte giallorosse. VIDEO!

20.02.2015 17:15 di Yuri Dell'Aquila Twitter:    vedi letture
La gara vista dalla curva - Rassegnazione sugli spalti per l'ennesimo pareggio a tinte giallorosse. VIDEO!
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Prosegue il momento no della Roma di Garcia, a cui non basta l'energia sprigionata dalla vetrina europea, seppure meno importante della Champions League, per tornare a far sorridere i propri tifosi, costretti ad assistere all'ennesima prestazione scadente e al settimo pareggio (con due sconfitte) nelle ultime nove gare allo Stadio Olimpico.

Un po' per il clima da guerriglia urbana scatenato dalla due giorni di assalti perpetrati dagli ultras del Feyenoord, un po' per l'orario insolito delle 19 e un po' per la spirale negativa dalla quale i giallorossi non riescono a staccarsi, il clima all'interno dell'impianto capitolino è piuttosto freddo, sebbene una buona fetta della tifoseria romanista veda nell'Europa League una competizione in grado di dare un senso a una stagione sempre più complicata.

Difficile l'accesso per molte persone, dati i blocchi stradali disposti per motivi di ordine pubblico, e nel prepartita si fanno sentire a gran voce i 5000 sostenitori olandesi che assiepano Curva e Distinti Nord, oltre che una parte della tribuna Monte Mario. Nonostante i recenti malumori, basta il primo accenno delle note di Jovanotti che accompagnano l'ingresso in campo dei calciatori per far dimenticare tutto, la Curva Sud è presente e sostiene come sempre il cammino europeo di Totti e compagni.

La Roma scende in campo con i giusti ritmi e impone da subito il suo marchio sulla partita, la pressione è attuata bene e Totti ha spazio per mandare in porta Verde e Gervinho, scelti dal tecnico francese come esterni alti del suo 4-3-3. Da un'iniziativa del giovane numero 53, abile a servire Torosidis sulla destra, arriva il vantaggio giallorosso proprio con Gervinho, che raccoglie di tacco l'invito del greco e deposita in rete, facendo esplodere i sostenitori romanisti, che non vedevano la propria squadra passare in vantaggio dal match contro l'Empoli in Coppa Italia dello scorso 20 gennaio, per non tornare indietro con la memoria addirittura al 30 novembre 2014, per quello che è stato l'ultimo successo tra le mura amiche, il 4-2 contro l'Inter. Sulle ali dell'entusiasmo i giallorossi provano a chiudere subito il discorso qualificazione continuando il proprio piano d'attacco ma gli ospiti con il passare dei minuti prendono le dovute contromisure, iniziando a guadagnare campo, si va negli spogliatoi per l'intervallo sul punteggio di 1-0.

La ripresa inizia tra il terrore dei tifosi giallorossi, che tutto vorrebbero vedere meno che una Roma rinunciataria, atta maggiormente a difendere lo striminzito vantaggio piuttosto che cercare il raddoppio, ma così accade. Il Feyenoord è libero di attaccare a piacimento e dopo soli 10 minuti trova il pareggio con Kazim-Richards, anche se in evidente posizione di fuorigioco. Lo sconforto si fa largo all'interno della Sud, di nervi si cerca una reazione ma le gare disputate nel recente passato hanno smorzato anche la forza d'animo del tifoso, che attende passivamente il fischio finale dell'incontro e non ha neanche la forza di esprimere con i fischi il proprio dissenso