Julio Sergio: "Era Spalletti o Bonaiuti a non farti giocare? Chiedete a loro" VIDEO!

Conferenza stampa di Julio Sergio
23.07.2010 11:46 di Redazione Vocegiallorossa   vedi letture
Julio Sergio: "Era Spalletti o Bonaiuti a non farti giocare? Chiedete a loro" VIDEO!
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Sarai in grando di confermare la scorsa stagione?

Ero il terzo, ho fatto quello che potevo fare ora cercherò di fare meglio


Com'è la Roma quest'anno?

La squadra è forte, ci sono giocatori importanti.

Dove può arrivare la Roma?

Possiamo e dobbiamo partire forte e allora potremo fare meglio. E' difficile dire se vinceremo lo scudetto, se arriveremo 2° o 3° ma questa squadra può vincere.

Il tuo obiettivo?

Fare partita dopo partita, come l'anno scorso. Devo fare bene ogni partita, restare tranquillo poi vediamo cosa arriverà.

Sei pronto per la Nazionale?

Mah non so l'anno scorso molti dicevano non ero pronto per giocare nella Roma, vediamo.

Con Ranieri come va?

Con lui è cambiato il modo di giocare, cura molto la fase difensiva perché abbiamo tanti bravi giocatori che possono far gol in ogni momento. Quindi dobbiamo pensare a non prendere gol.

Oggi hai abbandonato anzitempo l'allenamento, come stai?

Sono un po' stanco, un po' di affaticamento. Ho preferito fermarmi per precauzione

Sei d'accordo con Totti sul fatto che manchi un difensore, che manchi Burdisso?

Mi trovo bene con tutti, ora deve tornare Juan, Burdisso è una bravissima persona e calciatore, vedremo.

Rapporto con Doni?

E' un compagno di squadra come tutti. Gli amici sono quelli con cui andavo a scuola, quelli che conosco da tempo.

E' più difficile per te confermare quanto fatto l'anno scorso?

Sarà più difficle per tutti dato che giocheremo la Champions.

Adriano?

Già lo conoscevo prima di venire a Roma, vuole fare sempre bene è un bravo ragazzo. In ogni allenamento vuole essere sempre il primo, ha le qualità per fare la differenza

C'è un compagno in difesa con il quale ti senti più sicuro?

No, ognuno ha le sue caratteristiche, un suo modo di giocare, poi le scelte le fa il mister

Ora ti senti più maturo?

Sono arrivato a Roma per provare sempre a giocarmela. Io sono comunque la stessa persona di prima. E' chiaro che ora sono considerato in maniera diversa dai tifosi ma io sono sempre lo stesso.

Tecnicamente dove devi migliorare?
In tante cose, a giocare con i piedi e nelle uscite per esempio. Vengo da una scuola brasiliana e lavoro con portieri romeni e italiani.  Sto imparando anche la scuola italiana.

I palloni?

Quest'anno sono nuovi ma simili allo scorso anno

Tridente?

I mie compagni sanno che dovranno correre di più

Il riigore di Floccari?
Sono stato fortunato..

Un episodio che ha cambiato la tua carriera a Roma?
La prima partita è sempre quella più importante, mi hanno detto che avrei giocato due ore prima dell'incontro. Comunque ero pronto per giocare.

Fare il terzo portiere per due anni ti ha danneggiato?
Sono cresciuto come persona anche se sono stati anni difficili ma tutti mi sono stati vicini

Chi è che non ti faceva giocare, Spalletti o Bonaiuti?
Devi chiedere a loro, io mi sono sempre imepgnato

Sembri avere un rapporto migliore con Lobont rispetto a quello che avevi con Doni. Avere lui come vice ti fa stare più sereno?
Ho un rapporto uguale con tutti, Lobont è bravo e questo mi costringe a cercare sempre di migliorarmi

Con questo organico si può andare avanti in 3 competizioni?
Sì, ci sono tanti bravi giocatori

Prima del rinnovo hai mai pensato di andare via?
Ci sono state delle offerte ma non ho mai pensato di andare via

DIVENTA FAN DI VOCEGIALLOROSSA SU FACEBOOK