TRIGORIA - Keita: "Qui per giocare". Zanzi: "Lo stadio sarà di proprietà della Roma". FOTO! AUDIO! VIDEO!

Dall'inviato Alessandro Carducci
14.07.2014 15:36 di Claudio Lollobrigida Twitter:    Vedi letture
TRIGORIA - Keita: "Qui per giocare". Zanzi: "Lo stadio sarà di proprietà della Roma". FOTO! AUDIO! VIDEO!

Alle 14.30, presso la sala stampa del centro sportivo "Fulvio Bernardini", a Trigoria, verrà presentato quello che è stato il primo acquisto della Roma per la stagione 2014/2015. Si tratta di Seydou Keita che, dopo 6 mesi passati al Valencia, ha firmato un contratto da svincolato con i giallorossi.

Come di consueto, Vocegiallorossa.it proporrà la diretta testuale con contributi foto e video di tutto l'evento.

 

 

LA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE DI SEYDOU KEITA, DAL SOUNDCLOUD DI VOCEGIALLOROSSA.IT

 

PRENDE LA PAROLA IL CEO ITALO ZANZI

"Grazie a tutti per essere qui. Il nostro primo acquisto di questa estate è molto importante: Seydou Keita è uno che ha vinto tutto nel calcio dei club, porterà esperienza dentro e fuori dal campo. Per questo siamo molto felici di averlo con noi. Seydou Keita, benvenuto alla Roma".

INIZIANO LE DOMANDE PER KEITA

Con quale spirito viene a Roma? Vuole conquistare un posto da titolare o si accontenta di fare da chioccia ad altri giocatori?
"Quando un calciatore cambia club lo fa per giocare e aiutare la squadra. Questa domanda andrebbe fatta al mister, la mia volontà è di giocare ed è quasi impossibile trovarne uno che non voglia farlo. La mia intenzione è di continuare la strada intrapresa dal Valencia, una grande squadra che lo scorso anno ha raggiunto le semifinali di Europa League".

Dall'estero che immagine c'è della Roma?
"La Roma è ed è sempre stato un grande club, viene da un'ottima stagione in cui ha lottato fino alla fine per il titolo. Il campionato italiano è un grande torneo, è importante essere competitivi e stare in alto con la Juventus. Per me e per i suoi tifosi. La mia missione è aiutare il club a stare in alto ed essere all'altezza".

PER ZANZI: qual è la posizione della Roma nei confronti di eventuali problemi per la costruzione del nuovo stadio?
"Noi siamo fiduciosi che tutti i problemi vengano risolti, l'importante è continuare nel processo. Abbiamo una programmazione e una buona interazione con il Comune. Pensiamo di essere sulla linea giusta per realizzare quello vogliamo".

ZANZI ESCLUDE INTOPPI PER IL NUOVO STADIO, DA YOUTUBE DI VOCEGIALLOROSSA.IT

PER KEITA: come si può rilanciare il calcio italiano?
"Non saprei, è una domanda delicata ma è necessario avere giovani nelle squadre. E quando si hanno vanno fatti giocare".

Come sta il suo ginocchio? Quando potrà allenarsi coi suoi nuovi compagni? Farà la Coppa d'Africa?
"Il ginocchio sta abbastanza bene, ho recuperato quasi completamente e ne sono felice perché ho sofferto abbastanza per questo problema. Sono il capitano della mia nazionale e la Coppa d'Africa è molto importante, ma per parteciparvi bisogna prima qualificarsi. Cercheremo di farlo, ci tengo tantissimo perché per la nazionale e il mio paese sono tutto".

KEITA PARLA DELLA COPPA D'AFRICA, YOUTUBE VOCEGIALLOROSSA.IT

Come si trovano nuovi stimoli dopo aver vinto tutto? Ha ancora fame di vittoria?
"Fisicamente sento meno di 34 anni, i calciatori sono agonisti nati. E' una questione anche di testa e farò di tutto perché anche il corpo vada di pari passo con la mente. Mi era stata posta questa domanda anche quando sono arrivato al Valencia e oggi do la stessa risposta: sono qui per vincere e poter festeggiare a fine stagione la conquista di un trofeo".

PER ZANZI: qual è la posizione della Roma nei confronti delle novità in vista nella Lega?
"Il nostro presidente ha fatto una dichiarazione questa settimana. E' stato molto chiaro: dobbiamo fare meglio per il calcio italiano, per squadre, giocatori e tifosi, tutti. Il calcio italiano merita di essere il migliore al mondo, lavoriamo per questo".

LEGA CALCIO, LA POSIZIONE DELLA ROMA - YOUTUBE VOCEGIALLOROSSA.IT

PER KEITA: hai parlato con Sabatini di un eventuale prolungamento di contratto oltre l'anno?
"Saranno 9 mesi di lotta, giorno per giorno. Ho messo in chiaro con il mio procuratore che alla mia età era importante valutare stagione per stagione e se poi dovesse andare per il meglio sarà facile raggiungere un ulteriore accordo per prolungare la mia permanenza. Questo è bene sia per me che per il club, bisogna procedere gradualmente".

Dove può arrivare la Roma in Champions League?
"La Champions è una competizione difficile, vi partecipano i migliori club al mondo e in questo momento è difficile dire la Roma a che livello si troverà. La squadra viene da un'ottima stagione e ha un'ottima rosa che probabilmente rinforzerà. Ma il calcio è imprevedibile ed è difficile dire a questo punto della stagione ciò che si potrà fare. Io e i compagni dobbiamo cercare di essere all'altezza degli obiettivi del club e dei tifosi".

Perché hai scelto la Roma? Che impressione hai avuto di Garcia?
"Quano ero in Cina sono voluto tornare in Europa, al Valencia, per continuare a lottare per traguardi importanti. Sono qui a Roma per lo stesso motivo, la squadra giocherà la Champions e avrò la possibilità di confrontarmi con i migliori. Garcia è un allenatore importante, inutile dilungarmi sulla qualità del lavoro fatto lo scorso anno. Nel calcio tutto va meglio quando arrivano i risultati, questa è la priorità e sono concentrato su quello".

PER ZANZI: può spiegare perché la proprietà dello stadio non sarà della Roma?
"La risposta è semplice. La Roma e lo stadio saranno controllati dallo stesso gruppo".

ZANZI: "LO STADIO SARA' DELLA ROMA", YOUTUBE VOCEGIALLOROSSA.IT

Seydou Keita e Italo Zanzi
Seydou Keita e Italo Zanzi © foto di Alessandro Carducci
Seydou Keita
Seydou Keita © foto di Alessandro Carducci
Seydou Keita
Seydou Keita © foto di Alessandro Carducci
Seydou Keita
Seydou Keita © foto di Alessandro Carducci
Seydou Keita
Seydou Keita © foto di Alessandro Carducci
Seydou Keita
Seydou Keita © foto di Alessandro Carducci
Seydou Keita
Seydou Keita © foto di Alessandro Carducci