Sassuolo-Roma 2-2 - Top & Flop

04.04.2021 22:15 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
Sassuolo-Roma 2-2 - Top & Flop
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

TOP

PALLA A SPINA E VEDIAMO CHE SUCCEDE - Senza nulla togliere al calciatore e al suo momento di brillantezza offensiva (sui 2 gol giallorossi è da rivedere), ma non è la prima volta in stagione che la manovra/pericolosità della Roma passa per la corsa del suo esterno. Una cosa che dovrebbe essere un plus, diventa troppo spesso l'unica speranza di creare pericoli. 

DA QUINTO A QUINTO - Uno dei gol per cui spesso è stata incensata l'Atalanta di Gosens e Hateboer. Stavolta a segnarlo sono i giallorossi con Spinazzola che propizia l'assist per il bel destro d'esterno di Bruno Peres. Un colpo, quasi inaspettato, che in un altro momento, sarebbe valso 3 punti in classifica. 

VERTICALIZZAZIONI - Tra le cose migliori viste nel match i due lanci lunghi di Cristante e Diawara che hanno messo in porta Borja Mayoral ed El Shaarawy. Se il controllo e tiro in porta per lo spagnolo (bravissimo nel primo, poco spazio per il secondo) era complicato, l'italo-egiziano ha avuto tutto il tempo per prendere la mira e battere Consigli. Ipnotizzato. 

ADATTAMENTO - Diamo a Rick quel che è di Karsdorp. L'uomo che in un certo senso avrebbe dovuto soffrire maggiormente, perché adattato, perché Boga era l'uomo più pericoloso da marcare, anche perché Peres non è un quinto che viene molto in aiuto, si è rivelato il migliore di un reparto che ha concesso molto, oltre le due reti, al Sassuolo

FLOP 

UCL - L'acronimo o l'hashtag della UEFA Champions League sarà lo stesso della UEFA Conference League. La nuova competizione europea, per la settima classificata in Serie A, che inizierà dalla prossima stagione. Settimo posto, come quello attualmente occupato dalla Roma, scavalcata anche dalla Lazio in questa giornata. Con 5 punti di svantaggio dal quarto posto occupato da Napoli e Juventus (con una gara da recuperare, come i biancocelesti), -7 dal terzo e -9 dal secondo, ai giallorossi sembra restare solo la vittoria dell'Europa League per tornare nella massima competizione europea. 

SENZA DIFESA - Impensabile sperare di poter arrivare quarti con questa difesa. Impropobili a 4, il piano iniziale, si è tamponato le lacune tecniche individuali aggiungendo i quinti (situazione che ha permesso di recuperare giocatori considerati persi). I quinti hanno indebolito un centrocampo che non riesce né a fare filtro, né a impostare. A questo vanno aggiunti gli infortuni di 2 titolari e mezzo (Mancini è il terzo centrale titolare) come Smalling, Ibanez e Kumbulla (3 che hanno fatto male in stagione). Il risultato è un reparto che subisce contro un Sassuolo senza i suoi pezzi pregiati e dove a fare bella figura è Karsdorp. 

SVEGLIA! È PRIMAVERA - Siamo ad aprile e neanche a Pasqua risorge l'attacco della Roma. In gol Pelleggrini e Peres con Borja Mayoral ed El Shaarawy e Perez che si inceppano sul più bello e nei momenti decisivi del match.