Mourinho: "Non è colpa mia se al Chelsea al posto di Ranieri hanno chiamato me"

08.05.2010 15:59 di Luigi Di Meo   vedi letture
Mourinho: "Non è colpa mia se al Chelsea al posto di Ranieri hanno chiamato me"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Alla vigilia di Inter-Chievo, Jose Mourinho alza la voce contro Ranieri e chiunque lo abbia criticato negli ultimi giorni. Il tecnico portoghese infatti, attraverso il sito ufficiale dell'Inter risponde a Ranieri il quale, nell'odierna conferenza stampa aveva dichiarato:«quelle di Mourinho sono bombe ad orologeria. Io dico solo che è troppo facile sentirsi gruppo dando l'impressione di essere attaccati da tutto e da tutti». << I giocatori - ha osservato Mourinho - vengono motivati tutti i giorni con il lavoro del gruppo, allenamento dopo allenamento.Ho lavorato tanto per aiutare la mia squadra. Non ho mai pianto. Noi abbiamo preferito lavorare sul campo e abbiamo studiato a fondo la Roma e i suoi punti deboli. Se prima di una partita metto la squadra a guardare 'Il Gladiatorè - ha chiosato - i miei giocatori si mettono a ridere o chiamano il dottore chiedendogli se sono malato» . Infine, al termine della conferenza, il tecnico di Setubal manda più di una frecciatina a Ranieri dicendo: «Non ho mai detto di essere un fenomeno - conclude -, però non è certo colpa mia se, nel 2004, dopo essere arrivato al Chelsea e aver chiesto perchè stavano cambiando Ranieri, mi hanno risposto che volevano vincere e con lui non sarebbe mai capitato. Di questo io non proprie ho colpe»