L'avversario - Rovella e Scamacca le note liete. Il cambio di modulo per ovviare ai problemi in zona gol

08.11.2020 11:40 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
L'avversario - Rovella e Scamacca le note liete. Il cambio di modulo per ovviare ai problemi in zona gol
Vocegiallorossa.it
© foto di Image Sport

Sarà il Genoa di Maran ad affrontare la Roma questo pomeriggio alle ore 15:00.

PUNTI DI FORZA – Non è facile trovare punti di forza in una squadra falcidiata in questa prima parte di stagione dal COVID-19 e capace di racimolare appena 5 punti in classifica. Maran ha provato a cambiare sistema di gioco nelle ultime due gare, passando dal 3-5-2 al 4-3-2-1. Con l’albero di Natale è arrivato prima un pareggio nel derby e poi la sconfitta contro il Torino. Il cambio di modulo avrebbe dovuto agevolare la fase offensiva ma Scamacca, una delle poche note liete finora, fatica a essere ben assistito dato che Pjaca e Zajc stanno al momento deludendo le aspettative, tanto che oggi accanto all’ex Empoli potrebbe trovare posto Goran Pandev, nonostante i suoi 37 anni. Contro il Torino, Maran ha provato a spingere sugli esterni con Ghiglione e Pellegrini ma contro la Roma dovrebbe coprirsi e schierare Biraschi e Criscito sulle fasce.  Altra nota lieta, dopo Scamacca, è l’esplosione di Rovella (18 anni), mezzala sinistra che potrebbe dare fastidio ai giallorossi con la sua capacità di trovare sempre traiettorie pulite di passaggio, anche sotto pressione.
La squadra di Maran rimarrà nella propria metà campo, chiudendo gli spazi e provando a ripartire con i lanci lunghi per Scamacca e provando a innescare la qualità di Pandev.
 

PUNTI DEBOLI - Il Genoa fatica a creare occasioni con i trequartisti che, al momento, hanno deluso e con il lancio per Scamacca unica soluzione per i grifoni.
Con l’ex giallorosso unica punta (nel mirino di Smalling), i due centrali Mancini e Ibanez cercheranno di sfruttare le loro caratteristiche nell’anticipo per vincere i duelli rispettivamente contro Zajc e contro lo stesso Pandev per bloccare le fonti di gioco del Genoa. A quel punto Veretout e Pellegrini dovranno essere bravi ad assorbire gli inserimenti delle due mezzali mentre Karsdorp e Spinazzola dovrebbero costringere Biraschi e Criscito (due esterni con caratteristiche difensive) a rimanere bassi. A questo punto, il Genoa avrà le armi spuntate e la Roma dovrà far girare palla velocemente e con qualità sulla trequarti per bucare la difesa ligure, non sempre attenta nelle diagonali e nell’assorbire i tagli.

La probabile formazione del Genoa
Genoa (4-3-2-1): Perin; Biraschi, Goldaniga, Bani, Criscito; Behrami, Badelj, Rovella; Pandev, Zajc; Scamacca. All.: Maran.