L'avversario - Le armi dell'Ajax e i punti deboli

15.04.2021 18:15 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
L'avversario - Le armi dell'Ajax e i punti deboli
Vocegiallorossa.it
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport

Sarà l'Ajax di ten Hag il prossimo avversario della Roma questa sera allo stadio Olimpico.

PUNTI DI FORZA - Gli olandesi, come visto la scorsa settimana, sono abili nel possesso palla facendola girare rapidamente e con qualità. I lancieri inducono gli avversari a pressarli in modo tale da farli allungare per trovare spazio più facilmente. Sono molto frequenti le rotazioni tra i calciatori ed è molto importante il lavoro dei due interni di centrocampo: uno tra Gravenberch e Klaassen spesso aiuta la squadra in fase di costruzione smarcandosi in ampiezza su una delle due fasce e non è raro vederli alternarsi ad occupare la posizione sulla trequarti, pronti (soprattutto Klaassen) ad attacca la profondità penetrando la linea avversaria.
In difesa è Martinez a impostare: l'argentino è bravo ad attirare il pressing avversario per poi innescare la manovra con filtranti precisi tra le linee avversarie. Con passaggi corti, rapidi e in diagonale, l'Ajax tende ad arrivare rapidamente nei pressi dell'area con Tadic che viene incontro per aprire gli spazi per i suoi compagni.
Una volta persa palla, la riaggressione è immediata è l'obiettivo è di riconquistarla molto rapidamente. La prima pressione è portata avanti andando in pressing ultra offensivo e cercando di soffocare la costruzione avvrsaria.

PUNTI DEBOLI - Il primo è il punteggio della gara della scorsa settimana: il 2-1 ottenuto dalla Roma una settimana fa costringerà gli olandesi a scoprirsi per segnare almeno due reti. La squadra di Fonseca cercherà di chiudere tutti gli spazi per ripartire velocemente in contropiede, sfruttando le praterie che dovrà lasciare l'Ajax. Una volta superata la prima linea di pressione, infatti, la squadra di ten Hag lascia molto spazio per i controattacchi e se la Roma non riuscirà a uscire palla al piede potrà contare sulla fisicità di Dzeko, molto bravo una settimana fa ad addomesticare i palloni lunghi per far risalire la squadra.
Passaggi rapidi e cambi di gioco per attaccare il lato debole mettono in difficoltà l'Ajax e sono il grimaldello per scardinare la difesa olandese.

La probabile formazione dell'Ajax
Ajax (4-3-3): Stekelenburg; Klaiber, Schuurs, Martinez, Tagliafico; Klaassen, Alvarez, Gravenberch; Antony, Tadic, Neres. All.: ten Hag
.