Roma Femminile, incontro in Campidoglio per dire no alla violenza sulle donne

25.11.2021 19:49 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    vedi letture
Roma Femminile, incontro in Campidoglio per dire no alla violenza sulle donne

Ecco quanto riportato dal sito ufficiale della Roma:

In occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, oggi due rappresentative femminili di Roma e Lazio sono state ospiti in Campidoglio, accolte dal Sindaco di Roma Roberto Gualtieri e dall’Assessora alle Pari Opportunità Monica Lucarelli, per lanciare un messaggio di sensibilizzazione sul tema.

Le calciatrici hanno preso parte alla seduta consiliare odierna presso la sala Giulio Cesare dove sono intervenute rilasciando alcune dichiarazioni.

Queste le parole di Beatrice Bruni, difensore della Roma Primavera: “La violenza contro le donne è un dramma quotidiano, in Italia e nel mondo. C’è ancora moltissimo da fare: la strada è lunga e serve impegno da parte di tutte e di tutti. Ci sono modelli culturali che vanno cambiati, un lavoro che richiede tempo e impegno”.

“Lo sport può essere d’aiuto per il cambiamento e per cancellare dinamiche che non devono avere posto nella nostra società: per questo sono estremamente felice che la mia società stia mostrando impegno costante su questo tema”.

Poi è stato il turno di Camilla Labate, giocatrice della Lazio: “Oggi in questa prestigiosa aula Giulio Cesare, insieme alle nostre colleghe giallorosse, giochiamo per vincere la partita più importante: dire basta una volta per tutte alla violenza sulle donne”.

Infine, l’intervento dell’assessora alle Pari Opportunità, Monica Lucarelli: “L’esempio che sta dando la Roma è davvero importante. Il calcio è uno sport molto diffuso e calciatori e calciatrici possono rappresentare dei veri modelli, soprattutto per i giovani. Le loro parole e denunce possono aiutare ed essere di ispirazione per moltissime persone”.

Nel 2020 l’AS Roma ha lanciato la campagna “Amami e Basta”, contro la violenza sulle donne. 
In questi giorni il Club ha rinnovato il proprio impegno nel contrasto a questo fenomeno, attraverso la campagna 1-5-2-2 #SaveTheTactic.