Presidente federcalcio albanese, Duka: "Non ci si aspettava questa ingente richiesta di biglietti da parte delle due finaliste. Mi legano tante cose all'Italia, tiferò Roma"

17.05.2022 10:21 di Redazione Vocegiallorossa Twitter:    vedi letture
Presidente federcalcio albanese, Duka: "Non ci si aspettava questa ingente richiesta di biglietti da parte delle due finaliste. Mi legano tante cose all'Italia, tiferò Roma"
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

A pochi giorni dalla finale di Tirana di Conference League tra Roma e Feyenoord, il Presidente della Federazione calcistica Albanese, Armand Duka, ha rilasciato un'intervista a La Repubblica, di cui vi proponiamo un breve stralcio.

Uno stadio da 21mila posti non è piccolo per una finale europea?
"L’Arena Kombetare è un gioiello, è il miglior impianto del paese e rispetta tutti i criteri Uefa. Se così non fosse non ci avrebbero assegnato una finale. Forse non ci si aspettava questa ingente richiesta di biglietti da parte delle due finaliste".

Ci sarà un problema di sicurezza?
"Assolutamente no. Siamo pronti ad accogliere tutti quelli che vorranno venire, grazie ad una macchina organizzativa ad hoc. A Tirana ci saranno due fan zone dedicate ai tifosi della Roma e del Feyenoord. In più l’aeroporto della capitale e il porto di Durazzo saranno il primo punto di accoglienza, con sistemi di controllo e sorveglianza per scongiurare contatti tra le due tifoserie".

A proposito tra Roma e Feyenoord lei chi sceglie?
"Dall’inizio della competizione ho sperato che in finale arrivasse la Roma. Noi e voi siamo due popoli molto vicini, mi legano tante cose all’Italia. Il 25 maggio tiferò la Roma".