Volere volare. Con Wijnaldum la Roma ha il centrocampista atteso dalla scorsa stagione

05.08.2022 14:12 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Volere volare. Con Wijnaldum la Roma ha il centrocampista atteso dalla scorsa stagione
© foto di Vocegiallorossa.it

Nuovo appuntamento con i podcast di VoceGialloRossa.it: ogni giorno, dal lunedì al venerdì, approfondiremo con le voci dei nostri redattori uno dei temi più importanti della giornata.

La scorsa stagione uno, o forse, anche senza il forse, obiettivo principale della Roma era quello di acquistare un centrocampista importante. Il sogno aveva il nome di Granit Xhaka, mediano svizzero molto stimato da Mourinho. Nella Capitale c'è anche venuto, ma soltanto per preparare gli Europei con la sua nazionale. Poi il trasferimento saltò, la Roma virò su altri reparti e a gennaio, il GM Pinto prese Sergio Oliveira. 

Una stagione dopo, un trofeo dopo, Il club giallorosso non ha avuto bisogno di virare altrove, col suo jet privato, autentico protagonista del calciomercato, dopo che si è andato a prendere Dybala e portato nel ritiro del Portogallo, stavolta l'N1FT di Friedkin è passato prima a prendere il fratello a Rotterdam, per poi andare a prendere Wijnaldum a Parigi e portarlo nella Capitale. 

Anche lui ha calcato già il prato dell'Olimpico, da avversario e con il suo Liverpool e un suo gol di testa, in qualche modo, spezzò i sogni della seconda remuntada Champions di fila. 

Il passato è il passato e quello che serve sottolineare è il presente e un futuro roseo, dalle sfumature orange, per i giallorossi. A un anno di distanza la Roma ha portato Matic (quello che poteva essere lo Xhaka della scorsa stagione) e ha aggiunto un top player come Wijnaldum. Pinto e Friedkin stanno accontentando in tutto e per tutto Mourinho che ora ha l'imbarazzo della scelta e una squadra il cui potenziale cresce giorno dopo giorno. Una squadra sempre più forte anche per quelle che riguardano le alternative. Chissà che piazzando man, mano i vari esuberi il calciomercato potrà impreziosire ancora di più una rosa diventata più che competitiva.