Le parole di Veretout e il silenzio di Zaniolo: indizi sì, ma ogni scenario è ancora possibile

06.07.2022 08:06 di Emiliano Tomasini Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Emiliano Tomasini
Le parole di Veretout e il silenzio di Zaniolo: indizi sì, ma ogni scenario è ancora possibile
© foto di Andrea Gonini

Nuovo appuntamento con i podcast di VoceGialloRossa.it: ogni giorno, dal lunedì al venerdì, approfondiremo con le voci dei nostri redattori uno dei temi più importanti della giornata.

La stagione 2022-2023 della Roma ha ufficialmente preso il via oggi con il raduno della squadra a Trigoria. I primi giocatori ad arrivare sono stati i due esterni Stephan El Shaarawy e Nicola Zalewski, poi è toccato al General Manager giallorosso Tiago Pinto, che ha concesso foto e autografi ai tifosi presenti. Tutta l’attenzione, però, se la sono presa Jordan Veretout e Nicolò Zaniolo. Il centrocampista francese si è fermato per salutare i tifosi e ha fatto chiarezza sul suo futuro: ”Sono pronto per questa nuova stagione, resto qui”. Poche parole, ma tanto basta per allontanare le voci di un suo possibile ritorno in Ligue 1 e garantire la sua permanenza in giallorosso anche per la prossima stagione.

Poche parole che i tifosi romanisti avrebbero voluto sentir dire anche da Nicolò Zaniolo. Il classe ’99, invece, è arrivato a Trigoria senza fermarsi a salutare i romanisti presenti, lasciando così irrisolti i dubbi legati al suo futuro. All’uscita, invece, si è fermato a firmare autografi, ma non ha risposto alle numerose richieste dei tifosi che lo invitavano a rifiutare la Juventus. Il giocatore, come noto, ha il contratto in scadenza nel 2024 e la Roma è disposta a trattare il rinnovo solamente a partire da settembre, a calciomercato concluso. In questi mesi di attesa, però, tutto è possibile e quindi non si può escludere una sua partenza. Le piste estere sembrano non attrarre Zaniolo e così la rosa delle pretendenti si riduce a due: il Milan e la Juventus, con i bianconeri che - ad oggi - sembrano essere in netto vantaggio. Proprio domani, infatti, Tiago Pinto ha in programma due incontri, il primo con l’agente del giocatore, il secondo con la Juventus, che avanzerà la sua proposta di prestito oneroso a 10 milioni con obbligo di riscatto a circa 30. Non è da escludere l’inserimento di una contropartita tecnica, i bianconeri vorrebbero cedere il giovane centrocampista Filippo Ranocchia, la Roma - dal canto suo - è da tempo interessata a Zakaria.

Tempo al tempo, il calciomercato è iniziato da appena cinque giorni e per trattare ci sono ancora diverse settimane. Da una parte c’è Veretout che garantisce di restare, dall’altra il silenzio di Zaniolo, ma ogni scenario è ancora possibile.