L'importanza di Smalling: gli infortuni non lo tormentano più

03.03.2022 19:50 di Marco Campanella Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Campanella
L'importanza di Smalling: gli infortuni non lo tormentano più
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Nuovo appuntamento con i podcast di VoceGialloRossa.it: ogni giorno, dal lunedì al venerdì, approfondiremo con le voci dei nostri redattori uno dei temi più importanti della giornata.

Nella puntata di oggi parleremo di quanto è importante Chris Smalling per la difesa della Roma. L'inglese è tornato ad essere quel difensore affidabile che aveva impressionato tutti nella sua prima stagione all'ombra del Colosseo. Dopo una passata stagione condizionata dai costanti infortuni, il centrale in questa seconda parte di campionato sta trovando la continuità di gioco che tutti a Roma si auguravano. Specialmente José Mourinho che, dopo aver risolte alcune frizioni derivanti dai tempi del Manchester United, ha dato da subito al numero sei le chiavi del reparto difensivo della sua Roma. 
Dopo il rientro di fine novembre nei minuti di recupero contro il Genoa in trasferta, il numero 6 non ha più abbandonato il terreno di gioco. Con Smalling tornato integralmente, la Roma ha ritrovato il suo leader difensivo che ad ogni gara comanda e guida i propri compagni di reparto, ancora poco esperti vista la giovane età: Mancini, Ibanez e Kumbulla, per quanto buoni calciatori, hanno bisogno della maturità dell'ex Manchester United per crescere al meglio.
Il difensore ha dato da sempre una grossa mano anche in fase realizzativa: sono tre i gol in questa stagione, tra i quali spicca quello segnato all'Atalanta nel match di andata.
Chris Smalling, quindi, sta dimostrando agli scettici, stufi dei suoi numerosi infortuni, di essere ancora un giocatore fondamentale per la difesa romanista: con lui la Roma trema di meno e i tifosi romanisti si sentono più al sicuro.