L'eterna lotta tra José Mourinho e Manuel Pellegrini

06.10.2022 09:01 di Marco Campanella Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Campanella
L'eterna lotta tra José Mourinho e Manuel Pellegrini
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Nuovo appuntamento con i podcast di VoceGialloRossa.it: ogni giorno, dal lunedì al venerdì, approfondiremo con le voci dei nostri redattori uno dei temi più importanti della giornata.

José Mourinho è da sempre un personaggio scomodo nel mondo del calcio, che nell'arco della sua carriera non le ha di certo mandate a dire. Questo carattere tipico del lusitano ha fatto sì che, negli anni, sono stati tanti gli scontri creati con colleghi e personaggi di spicco di questo sport. Tra gli altri, c'è l'alterco con Manuel Pellegrini, che si sta riaccendendo in vista di Roma-Real Betis di Europa League

La sfida tra il cileno e il portoghese è partita nel 2010, quando il Real Madrid decise di esonerare proprio il tecnico di origine italiana, in favore dello Special One, appena vincitore dello storico triplete con l’Inter. 

Pellegrini, ripartì così da Malaga, con Mourinho che non si fece scappare una frecciatina: “Non sarò mai come Pellegrini, non finirò mai in una squadra come il Malaga, andrò in un grande club dopo aver allenato il Real Madrid”. Il tecnico, ora al Real Betis, ha velatamente risposto in queste ore prima della sfida alla Roma, a distanza di anni, dichiarando: “Ricordo che quando andai al Malaga disse che lui non avrebbe mai allenato una squadra del genere. Una frase che divenne virale. Io ero orgoglioso di essere andato a Malaga perché vivo di sfide e quello era un progetto nuovo, e arrivammo ai quarti di Champions. Credo che a Mourinho sia successa un po’ la stessa cosa: era nell’élite del calcio e ora anche lui vive di sfide”. 

Il duello tra i due, però, continuò anche in Premier League, con Mourinho sulla panchina del Chelsea e “Pellegrino” (così addirittura lo special One aveva storpiato il nome del rivale) al Manchester City. Il focus dello scontro era sul fatto che la squadra in blu di Manchester aveva troppa libertà finanziaria, dal lato Mourinho; mentre Pellegrini criticava il modo di giocare degli uomini dello Special One (paragonando, una volta, il Chelsea allo Stoke City, per il modo di chiudersi e colpire in ripartenza). 

Adesso Mourinho e Pellegrini sono chiamati a sfidarsi nuovamente, con il portoghese a caccia della nona vittoria sul rivale nelle 16 sfide giocate.
Di anni ne sono passati tanti da quando la lotta si accese, ma tra i due non ci sarà mai buon sangue