Serie A Femminile - Roma-Inter 2-0 - Le pagelle del match. GRAFICA!

28.02.2022 08:50 di Marco Campanella Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Campanella
Serie A Femminile - Roma-Inter 2-0 - Le pagelle del match. GRAFICA!

Ceasar 6: il primo intervento dell'estremo difensore arriva al minuto 90 per smanacciare un tiro-cross nerazzurro. Fino a quel momento, il portiere è spettatore non pagante, dati gli 0 tiri nello specchio dell'Inter. La numero 12, comunque, comanda bene la difesa. 

Soffia 6,5: buona la prova della numero 4 che, in più occasioni compie ottime chiusure difensive a impedire che le avversarie creassero occasioni pericolose. Esce nel finale per infortunio. Dall'87' Pettenuzzo SV

Bartoli 6,5: la capitana della Roma gioca tutta la gara in un ruolo non a lei naturale, come da centrale di difesa. Prestazione autoritaria per la numero 13 che si guadagna anche il calcio di rigore trasformato poi da Andressa per il vantaggio romanista. 

Linari 6,5: onesta la gara fatta dalla numero 32 che, insieme alle sue compagne, tiene a bada gli attacchi nerazzurri. 

Di Guglielmo 7: l'occasione più gotta per l'Inter arriva proprio per colpa sua: il difensore appoggia un pallone indietro a Ceasar non accorgendosi che era fuori posizione e prendendola in controtempo, la palla ruzzola verso la porta sguarnita, ma poi è brava a evitare l'autogol. Da quel momento in poi è una delle migliori in campo. 

Andressa 8: la migliore in campo per la Roma. La brasiliana dà spettaccolo nel primo tempo con ottime giocate individuali e occasioni pericolose. Prima di trasformare il calcio di rigore del vantaggio, la numero 7 era andata vicina al gol con un ottimo tiro da fuori area parato da Durante. Anche nella ripresa, la fantasista si rende protagonista. Lascia il campo per crampi. Dal 68' Ciccotti 6: la numero 16 entra a sostituire una esausta Andressa e fornisce una prova onesta. 

Giugliano 7,5: il raddoppio è un'assoluta magia: tiro da fuori area che va a finire sotto l'incrocio dei pali. Chapeau. Importante anche il lavoro svolto da collante tra il centrocampo e l'attacco giallorosso. Peccato per il cartellino giallo, arrivato in seguito ad un fallo tattico; unica nota stonata della sua gara. Dall'87' Bernauer SV.

Greggi 6,5: gara di rottura della manovra interista. La numero venti è la prima a pressare le avversarie, riconquistando palla, per poi sfruttare le proprie doti di palleggio. 

Serturini 6,5: la numero 15 fornisce una buona prova spostata sulla fascia destra, rendendosi pericolosa in molteplici occasioni sottoporta, colpendo una traversa con un gran destro dal limite dell'area. Dal 75' Glionna 6: entra in una fase del match in cui la Roma abbassa i giri, prendendo così parte a poche azioni da gol.

Lazaro 6,5: la spagnola gioca bene da riferimento offensivo, venendo cercata spesso dalle compagne con cross e sponde. Si rende protagonista anche con qualche azione pericolosa. Dal 75' Pirone 6: per lei vale lo stesso discorso fatto in precedenza per Glionna. 

Haavi 6,5: la norvegese sgroppa su e giù per la fascia, rendendosi imprendibile per i difensori nerazzurri. Soprattutto nel primo tempo, la numero 11 ha messo tanti cross in area di rigore per le compagne. 

Spugna 7,5: oggi, vincere non era facile per due motivi: il primo, quello più ovvio, per via della qualità dell'avversario; il secondo è per la pressione derivante dal passo falso della Juventus. Il mister, invece, azzecca la formazione iniziale, dando anche le giuste motiviazioni alle proprie ragazze e conquista tre punti d'oro. Se la lotta per lo scudetto si è riaperta, molto merito va dato proprio al tecnico giallorosso.