Roma-Spezia 2-0 - Le pagelle del match

14.12.2021 14:10 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Roma-Spezia 2-0 - Le pagelle del match
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Rui Patricio 6,5: lo Spezia combina poco ma quando si affaccia dalle parti del portoghese trova un muro.

Ibanez 7: si fa sorprendere un paio di volte da Reca ma cresce alla distanza e segna il 2-0 svettando di testa.

Smalling 7,5: gioca una partita praticamente perfetta, impreziosita dal gol che sblocca l’incontro. Dal 64’ Diawara 5,5: mezz’ora e un errore evitabile. Prestazione opaca.

Kumbulla 6,5: bravo e attento, rischia intervenendo su Agudelo molto duramente ma porta a casa una prestazione nel complesso buona, impreziosita anche un bel filtrante per Mkhitaryan nell’ultima parte di gara.

Karsdorp 6,5: buone cose in fase offensiva ma un grande contributo anche dietro, con un intervento fondamentale in spaccata su situazione di palla da fermo, salvando un gol quasi fatto.

Cristante 6,5: buona gara da parte dell’ex atalantino, che finisce da centrale difensivo dopo l’uscita di Smalling.

Veretout 6,5: prestazione di quantità con la qualità dei corner battuti bene. Dal 90’+2 Bove SV.

Mkhitaryan 7: fa il bello e il cattivo tempo nella trequarti avversaria, trovando costantemente spazio tra le linee. Non fa cose spettacolari ma, nel complesso, gioca a un buon livello per tutti i 90 minuti.

Vina 7: grinta e impegno massimo per l’uruguaiano che, soprattutto nel primo tempo, sembra tarantolato. Propizia lui l’azione che porta alla traversa di Abraham.

Borja Mayoral 5: spreca una ghiottissima occasione nel primo tempo, quando riceve palla su rinvio sbagliato del portiere e sbaglia sia la scelta e sia l’esecuzione della giocata. Qualche errore di troppo anche nella ripresa. Dal 64’Afena-Gyan 5,5: in attesa di capire il motivo della prima ammonizione, apparentemente discutibile, è stato ingenuo a usare il braccio a pochi minuti dalla fine di una partita in cassaforte, essendo già stato ammonito. Peccati di gioventù.

Abraham 6,5: consegna a Smalling il pallone del primo gol giallorosso e colpisce una traversa, tanto per non perdere l’abitudine.

Mourinho 7: vince con merito controllando la partita e concedendo poco allo Spezia. Preserva Smalling, levandolo dal campo una volta capito che la partita era in mano alla sua squadra.