Roma-Fiorentina 2-1 - Le pagelle del match

27.07.2020 13:37 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
© foto di www.imagephotoagency.it
Roma-Fiorentina 2-1 - Le pagelle del match

Pau Lopez 6: gestisce l’ordinaria amministrazione e non ha colpe sul gol della Fiorentina.

Mancini 6: gioca una discreta gara sotto il profilo difensivo e aiuta, talvolta, la Roma anche in fase di costruzione.

Smalling 6: l’inglese gioca una buona gara, senza sbavature, duellando fisicamente con Kouamè e cavandosela anche con Cutrone e Vlahovic. Solo un errore nel finale, non influente.

Kolarov 6,5: senza errori la gara dell’ex City che, anzi, effettua un gran salvataggio su Vlahovic e prende il palo in occasione dell’azione che porta al secondo rigore giallorosso.

Bruno Peres 6,5: peccato per alcuni errori nell’effettuare i cross ma, nel complesso, un’altra buona partita per il brasiliano, ormai titolare inamovibile della Roma.

Diawara 6: gioca una discreta partita, parzialmente macchiata dal (non) salto di testa che consente a Milenkovic di segnare. Dal 77’ Cristante SV.

Veretout 7,5: ha preso da Perotti il testimone per quanto riguarda i calci di rigore. Arriva, li calcia, li segna. Semplice.

Spinazzola 7: nelle ultime settimane è rinato, come se la stagione fosse iniziata ora e come se non facesse 40 gradi. Entusiasmante quando parte in dribbling sulla fascia.

Pellegrini 6: tenta la conclusione nella prima parte di gara ma la conclusione viene neutralizzata. Arretra spesso per ricevere il pallone davanti alla difesa, scambia tra le linee e, nella ripresa, si libera per concludere a rete a porta vuota ma Mkhitaryan non lo vede e preferisce tentare la conclusione, di poco a lato. Dal 60’ Zaniolo 6: prova la conclusione ma non trova la porta, poi spreca un contropiede ma l’azione sarebbe comunque stata fermata per fuorigioco del giocatore.

Mkhitaryan 6,5: va a sprazzi ma, anche così, per poco non trova nuovamente il gol, colpendo invece il palo. Bomber aggiunto. Dal 82’ Perez SV.

Dzeko 6,5: fa a sportellate con tutti e serve un cioccolatino gustoso a Bruno Peres, che viene abbattuto provocando il primo rigore per la Roma. Lotta fino alla fine, rischiando magari di perdere lucidità sotto rete ma di più è difficile chiedergli.

Fonseca 7: da quando ha cambiato modulo ha una media se non da scudetto almeno da quarto posto. Correggere il tiro è sintomo di intelligenza. Fondamentale proseguire con lui l’anno prossimo, potendo già partire da questa base.