Roma-Chievo 3-0 - Le pagelle

08.05.2016 14:44 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Roma-Chievo 3-0 - Le pagelle
© foto di Vocegiallorossa.it

Szczesny 7: il Chievo combina poco ma quando avanza costringe comunque il portiere polacco a tre interventi decisivi.

Florenzi 6: torna sulla fascia destra e si esibisce in un'ordinaria amministrazione contro gli sporadici attacchi dei veronesi. Nel finale tenta di spingere maggiormente senza troppa fortuna.

Manolas 6: una volta tanto il difensore greco gioca una partita normalissima, senza eccessi. Inusuale

Rüdiger 7: è lui oggi a prendersi le luci della ribalta con una prestazione eccelsa. Gol a parte, dalle parti sue oggi proprio non si passa. Si concede solo una disattenzione con Szczesny che risolve tutto.

Digne 6.5: nel primo tempo spinge di gran carriera, tentando subito la conclusione murata da Bizzarri. Spina nel fianco.

Pjanic 7: a volte sembra eclissarsi dal campo per poi ricomparire, prima con l'assist a Rüdiger e poi finalizzando l'intuizione di quel genio con la maglia numero 10.

De Rossi 6: giornata abbastanza agevole per il centrocampista di Ostia, che però si perde Mpoku in occasione del palo colpito dal calciatore del Chievo. Dal 21'st Strootman 6: entra a partita praticamente conclusa. Qualche contrasto, un paio di incursioni in area e via.

Nainggolan 7.5: sono sei in gol in campionato del belga, segnati tutti dopo l'arrivo di Spalletti, che l'ha spostato qualche metro più avanti. Devastante.

Salah 5.5: prestazione sotto tono da parte dell'attaccante egiziano, propositivo a inizio gara con un paio di combinazioni nello stretto che tanto piacciono a Spalletti ma non riesce mai ad accelerare. Dal 14'st Totti 6.5: ogni tanto è giusto che anche lui si prenda un po' di pausa. E, invece, mette il timbro anche oggi dando la zampata decisiva per smarcare Pjanic da solo davanti al portiere. Il bosniaco ne approfitta, segna e ringrazia.

Perotti 6.5: nonostante il gol, paradossalmente cresce nel finale e per poco non lascia anche lui la firma sul match.

El Shaarawy 6: non si fa quasi mai vedere fino al minuto 32 della ripresa, quando si libera bene in area di rigore e lascia partire un destro a giro che costringe Bizzarri a un grandissimo intervento. Dal 34'st Palmieri sv.

Spalletti 7: la Roma vince e convince. Convince la prova di Nainggolan, convince la crescita di Rudiger e, ora, anche la gestione di Totti.