Roma-Cagliari 1-1 - Le pagelle del match

07.10.2019 19:14 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Alessandro Carducci
© foto di www.imagephotoagency.it
Roma-Cagliari 1-1 - Le pagelle del match

Pau Lopez 6: si annoia per quasi tutto l’incontro. Viene destato da Castro, che lo impegno con un tiro centrale dalla distanza nel finale.

Spinazzola 6: si fa vedere poco in fase difensiva anche perché è Kolarov il terzino designato a salire maggiormente. Allora l’ex Juventus si fa valere per un grande intervento difensivo a fine primo tempo, intervenendo in scivolata per fermare un tiro di Simeone. Dal 35'st Santon SV.

Mancini 6: corre pochi rischi e sbaglia il meno possibile.

Smalling 6,5: comanda la difesa con autorità e non sbaglia nulla. Dà sicurezza.Kolarov 6: spinge costantemente con alterne fortune.

Cristante 6: un buon apporto in fase difensiva e offensiva. Sfiora il gol nella ripresa con un colpo di testa fuori di nulla.

Diawara 6,5: recupera un paio di buoni palloni e impensierisce Olsen con una velenosa conclusione dalla distanza. Peccato per l’infortunio alla mezz’ora del primo tempo. Dal 31’ Antonucci 5: sbaglia le cose semplici e le scelte di gioco. Non un grande impatto e infatti Fonseca lo sostituisce nell’ultimo quarto d’ora. Dal 30’st Kalinic 6,5: bravo a farsi trovare al posto giusto al momento giusto, in occasione del gol poi annullato dall’arbitro.

Zaniolo 6,5: viene spostato sulla trequarti dopo l’infortunio di Diawara e, da quella posizione, non riesce a esprimere la sua esplosività nei primi metri. Ingaggia un duello personale con Olsen, che gli para 5 conclusioni. Prova allora a far segnare Dzeko, ma il bosniaco tira alto di testa.

Veretout 6: inizia trequartista, si sposta accanto a Cristante dopo l’uscita di Diawara e fa mediamente bene tutte le fasi di gioco.

Kluivert 6,5: suo il cross per l’autogol di Ceppitelli, mette tre palloni buoni per Zaniolo, Dzeko e Antonucci, non sfruttate dai suoi compagni. Voto 10 allo spirito di sacrificio.

Dzeko 6: a volte non trova la mira, altre si fa respingere il tiro da un difensore, alla fine serve di testa l’assist a Kalinic.

Fonseca 6: la Roma ha il solo demerito di non concretizzare e sbagliare l’ultimo passaggio o il tiro. Candidato a diventare il nuovo idolo della tifoseria dopo avergliene dette di ogni colore a Massa a fine gara.