Genoa-Roma 1-3 - Le pagelle del match

20.01.2020 10:05 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
Genoa-Roma 1-3 - Le pagelle del match

Pau Lopez 7: sbaglia in occasione del gol ligure ma si riscatta ampiamente con una parata decisiva su Goldaniga e due buoni interventi su Barreca.

Santon 5,5: una sufficiente prestazione macchiata dalla dormita sul gol di Pandev. Dal 39’st Çetin SV

Mancini 7: partiamo dall’unico errore del match, fortunatamente ininfluente, quando si dimentica di Goldaniga che costringe Pau Lopez a un intervento straordinario. Ad eccezione di ciò, gioca una bellissima gara, anticipando prima il movimento dei suoi avversari, annullando la coppia d’attacco genoana e mettendo una toppa ogni volta ce ne sia il bisogno.

Smalling 6,5: lesto a staccarsi dalla linea difensiva per prendere il rilancio di Perin e recuperare subito il pallone. Attento come al solito, ormai non fa più notizia.

Spinazzola 7: è l’uomo della settimana e, dopo essere tornato da Milano, si presenta con un ottimo primo tempo e un autogol propiziato. Bentornato.

Diawara 7,5: dove c’è azione, c’è lui. Uno e trino, si materializza dove c’è bisogno.

Veretout 6: deve ancora tornare i livelli di un paio di mesi fa ma appare in ripresa. Preciso e ordinato quanto basta. Dal 28’st Cristante SV

Ünder 6,5: trova il gol con un cross preciso su cui nessuno interviene. Prova la doppietta ma trova Perin ben piazzato. Va a sprazzi ma è in netta ripresa. Dal 43’st Bruno Peres SV.

Pellegrini 6,5: aiuta in fase difensiva e sforna un assist per Dzeko, che chiude i giochi. Quantità e qualità.

Kluivert 5,5: ancora non in condizione dopo l’infortunio che l’ha tenuto fuori dal campo per un mese e mezzo. Prova qualche giocata ma gli manca brillantezza.

Dzeko 7: fa a sportellate con Romero e si sacrifica molto spalle alla porta. Ha parecchie occasioni ma sembra una di quelle giornate in cui la palla non vuole entrare. Poi, a un quarto d’ora dalla fine, trova il gol che chiude il match.

Fonseca 7: si rivedere la Roma della fine del 2019, con il giusto atteggiamento, determinata e combattiva.