Chievo-Roma - Le pagelle

16.12.2012 17:02 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Chievo-Roma - Le pagelle
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Goicoechea 6.5: inoperoso nel primo tempo mentre nella ripresa compie due buoni interventi. Incolpevole sul gol.
Piris 6.5: ha sopportato con serenità le critiche di inizio anno, lavorando duramente e migliorando di partita in partita. Anche oggi ha giocato bene, sfiorando il gol nel finale.
Marquinhos 6.5: gioca una partita molto accorta. Rimane sempre attento: nel finale si fa male ma rimane in campo nonostante i suoi compagni gli dicano di uscire dal campo.
Castan 6.5: sempre attento, sbroglia due situazioni piuttosto complicate in area giallorossa. Viene ammonito e salterà la gara contro il Milan per squalifica.
Balzaretti 5.5: partita anonima per l’ex Palermo, che scende pochissimo sulla fascia. Nel finale viene atterrato in area ma per Bergonzi è tutto regolare.
Bradley 5.5: meno brillante rispetto al solito. Si inserisce molto di meno in area ma quando lo fa si rende pericoloso come quando, nella ripresa, va sul fondo e mette un bel pallone in mezzo che Osvaldo non sfrutta.  Dal 22’st De Rossi 6: con l’infortunio di Marquinhos si sacrifica in difesa.
Tachtsidis 6: inizia bene poi cala come tutti i suoi compagni, anche perché la Roma fatica a portare giocatori in area.
Florenzi 6: corre tantissimo e nel primo tempo sfiora il gol con un gran gesto tecnico.
Pjanic 6.5: smista palloni in quantità e con precisione. Nel primo tempo tenta la giocata con un gran destro al volo ma non colpisce benissimo. Nella ripresa serve un giocatore che vada più dentro l’area con Zeman che mette così Lamela. Dal 18’st Lamela 6: nella brughiera del Bentegodi cerca di dare il suo contributo ma non riesce ad incidere.
Osvaldo 5.5: è l’unico a creare pericoli e, troppo spesso, è l’unico in zona gol poiché Totti e Pjanic arretrano molto. Sbaglia però un paio di buone occasioni, una delle quali molto ghiotta.
Totti 5.5: inizia bene, ponendosi come punto di riferimento della squadra per poi calare progressivamente. Nella ripresa  lui e Pjanic arretrano probabilmente troppo e Zeman li leva entrambi. Dal 26’st Destro sv.