LA VOCE DELLA SERA - De Rossi: "Il rinnovo non deve essere un assillo". Derby, Pjanić indiziato principale per la sostituzione di Totti

12.10.2011 20:45 di Simone Francioli   vedi letture
LA VOCE DELLA SERA - De Rossi: "Il rinnovo non deve essere un assillo". Derby, Pjanić indiziato principale per la sostituzione di Totti
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

DE ROSSI – “Capitan Futuro” ha parlato al termine del match vinto dagli azzurri 3-0 nei confronti dell’Irlanda del Nord: “Derby? Questa partita la sento, e ci tengo molto. Sono fortunato perché gli ultimi li ho sempre vinti. A 21-22 anni il derby lo vivevo male e non facevo buone partite, ora la tendenza è cambiata e ho grande tranquillità". È peggiore l'eventuale assenza di Totti nella Roma o quella di Klose nella Lazio? "Klose è un attaccante che stimo molto ma la storia dice che se una squadra come la Roma perde Totti è una brutta batosta". Come va la vicenda del rinnovo del contratto? "Io penso che sia più importante il futuro della Roma che il mio. A prescindere dal mio contratto il club giallorosso sta creando qualcosa di importante. Se non rinnovo io risparmiano bei soldi e prendono altri calciatori importanti, forti come me. Il mio rinnovo non deve essere un assillo”.

OSVALDO – Queste le dichiarazioni dell’attaccante della Roma dopo l’esordio con la nazionale di Prandelli: “Io mi sento italiano vero, italiano per sempre, il mio cuore è italiano. Sono felice per stasera anche perché c’era davvero tanto pubblico, impressionante. Camoranesi? Sì con lui c’è un legame speciale, ci sentiamo spesso ed è stato molto contento per la mia convocazione. Il derby? E’ una partita delicata: come ho già detto non ne parlo, parlerò solo da domenica sera”.

TOTTI – Dopo l’annuncio nella giornata di ieri, oggi è arrivata un’ulteriore conferma sull’indisponibilità del Capitano giallorosso per il derby di domenica sera. A Villa Stuart la Prof. ssa Silvana Giannini ha esaminato l'ecografia effettuata a Trigoria, confermando la diagnosi già emessa dallo staff medico giallorosso: la lesione muscolare alla coscia destra si è rimarginata, ma la zona infortunata è ancora infiammata e un recupero affrettato esporrebbe il Capitano ad inutili rischi. Per qualche giorno dunque il numero 10 dovrà ancora seguire il protocollo riabilitativo a base di fisioterapia, palestra e lavoro in acqua prima di tornare gradualmente ad allenarsi. Data possibile per il rientro in campo quella del 23 ottobre, quando la Roma riceverà il Palermo, ma ancora più probabile che Totti tornerà tre giorni più tardi nella trasferta infrasettimanale di Marassi col Genoa. Indiziato numero 1 alla sua sostituzione è Miralem Pjanić, gIà utilizzato in quella posizione nella gara vinta per 3-1 sull’Atalanta (suo l’assist per il gol di Simplicio). Per il bosniaco, giocare dietro le punte, è quanto mai naturale avendolo fatto per molto tempo al Lione. Anche ieri sera contro la Francia ha giocato qualche metro dietro a Džeko, unica punta. Se Luis Enrique dovesse decidere di non tentare sorprese proprio la domenica del derby, dovrebbe essere Pjanić il sostituto perfetto. Da non escludere comunque la candidatura di Erik Lamela, al rientro dopo l’infortunio patito con la selezione argentina under 20.

TRIGORIA – Ad eccezione di Nicolas Burdisso, sono rientrati tutti i giocatori impegnati con le rispettive nazionali. Cori al “Fulvio Bernardini” in particolar modo per Francesco Totti ed Erik Lamela, che potrebbe debuttare con la maglia giallorossa proprio in occasione della sfida alla Lazio.

BALDINI - E' pronto il ritorno nella Capitale di Franco Baldini. A sei anni dall'addio, l'ex direttore sportivo sbarcherà a Roma, come annunciato da TeleRadioStereo, martedì 18 ottobre, per iniziare la sua seconda carriera con la dirigenza romanista.

KLOSE-MAURI – Il nazionale tedesco, in dubbio per la sfida alla Roma, è in miglioramento e potrebbe in extremis essere disponibile per domenica sera. Questa la nota apparsa in tal merito sul sito della Lazio: Miroslav Klose ha effettuato una doppia seduta di lavoro fisioterapico e lavoro in acqua nella mattina, e lavoro differenziato sul campo nel pomeriggio. Il protocollo terapeutico specifico che l'atleta sta seguendo ha dato esiti confortanti per il verificarsi di un ulteriore miglioramento clinico rispetto alla giornata di ieri. Recupero che sembra ormai certo invece per Stefano Mauri: "Anche oggi ho svolto tutto l’allenamento con il gruppo, senza problemi e senza dolori, direi che posso considerarmi completamente recuperato e a disposizione del Mister. Ci vuole massima concentrazione negli allenamenti per arrivare a domenica sera al 100%".

PRONOSTICI - Con l'avvicinarsi del derby capitolino aumentano il numero dei pronostici tra gli ex calciatori e i tifosi vip delle due squadre. Per Pierluigi Casiraghi la Lazio è superiore ma la Roma ha un buon possesso palla: "Rispetto alla Roma ha più qualità, soprattutto nella fase offensiva. La squadra di Luis Enrique pratica un bel possesso palla, ha caratteristiche diverse". Carlo Zampa si augura che Daniele De Rossi possa essere decisivo in assenza di Francesco Totti: "Se lo meriterebbe, ma penso che anche Pjanić possa fare bene e diventare l’uomo partita". Maurizio Costanzo teme la sconfitta: "Devo confessare che questo derby mi mette molta ansia. Secondo me la Lazio è favorita. Ammetto che ho paura di perderlo. Luis Enrique? Il suo progetto è importante e mi piace anche come si sta muovendo la nuova gestione". Per Carlo Mazzone la Lazio è superiore sotto l'aspetto fisico ma la Roma lo è per quel che riguarda il lato tecnico: "Vedo una Lazio superiore sia fisicamente che tatticamente, è una squadra già pronta che ha mentalità. Ma la Roma la vedo superiore tecnicamente. Prevedo molto gol anzi mi voglio sbilanciare in un pronostico...2-2". Infine l'analisi di Rizzitelli: "La Roma per vincere dovrà girare palla veloce e verticalizzare il più possibile. L'uomo derby? Ti dico Bojan. Mi piace molto come giocatore. L’ho visto in ripresa contro l’Atalanta ma credo che debba ancora far vedere molto del suo repertorio".