La Roma in Nazionale - Argentina-Croazia 0-3, Rebic, Modric e Rakitic affondano l’Albiceleste. Ancora panchina per Fazio

21.06.2018 21:54 di Simone Ducci Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Simone Ducci
La Roma in Nazionale - Argentina-Croazia 0-3, Rebic, Modric e Rakitic affondano l’Albiceleste. Ancora panchina per Fazio
Vocegiallorossa.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

Al Nizhny Novgorod Stadium la Croazia di Dalic conquista la vetta del proprio girone, superando per 0-3 l’Argentina di Sampaoli.  
La gara comincia a ritmi elevati, con entrambe le compagini che provano subito a imporre il proprio gioco. Al 4’, infatti, Perisic va vicino al vantaggio, scoccando un tiro dalla sinistra, sul quale interviene bene Caballero. L’Albiceleste reagisce, pochi minuti dopo, con Messi, che prova a toccare, davanti a Subasic, con la punta un pallone messo in mezzo dalle retrovie, senza però riuscirci. Al 29’ i sudamericani hanno un’occasione d’oro con Perez, colpevole a porta vuota di mandare il pallone clamorosamente fuori, non approfittando di un grande pasticcio della difesa croata. La prima frazione si conclude con una buona occasione sciupata da Rebic, che spara alto dal limite dell’area avversaria.
La ripresa vede la formazione dell’est Europa andare in vantaggio al minuto 53, momento in cui Caballero svirgola clamorosamente un pallone passatogli da un compagno, consegnando la sfera a Rebic, il quale trova un gran gol con una girata al volo. Il gol subìto costringe Sampaoli a mettere in campo maggiore qualità attraverso gli ingressi di Pavon, Dybala e Higuain. È proprio il Pipita, infatti, a spaventare la retroguardia avversaria, incuneandosi al 62’ nell’area di rigore e servendo un buon pallone in mezzo, raccolto da Messi ma non trasformato in rete.
All’80’ il match si porta sullo 0-2 per l’opera di Modric, autore di uno splendido tiro dal limite dell’area che si infila all’angolo sinistro della porta difesa da Caballero. La partita si chiude definitivamente nel recupero con il gol di Rakitic, finalizzatore di una ripartenza fulminante dei suoi.

Seconda panchina consecutiva per Federico Fazio, fuori dalle prime scelte di Sampaoli anche in un modulo come il 3-4-2-1, che avrebbe potuto esaltarne le doti fisiche.

ARGENTINA - CROAZIA 0-3 (53' Rebic, 80' Modric, 90+3' Rakitic)

ARGENTINA (3-4-2-1): Caballero; Mercado, Otamendi, Tagliafico; Salvio (55' Pavon), Mascherano, Perez (67' Dybala), Acuna; Messi, Meza; Aguero (53' Higuain).
A disp.: Guzman, Ansaldi, Biglia, Fazio, Banega, Di Maria, Armani, Marcos Rojo, Lo Celso.
CT: Jorge Sampaoli

 

 

CROAZIA (4-2-3-1): Subasic; Vrsaljko, Vida, Lovren, Strinic; Rakitic, Modric; Perisic, Brozovic, Mandzukic, Rebic (54' Kramaric).
A disp.: Livacovic, Corluka, Kovacic, L. Kalinic, Jedvaj, Bradaric, Caleta-Car, Badelj, Pjaca, Pivaric.
CT: Zlatko Dalic

 

 

Arbitro: Ravshan Irmatov (UZB) 
Assistenti: Abduxamidullo Rasulov (UZB) - Jakhongir Saidov (UZB) 
VAR: Felix Zwayer (GER)
AVAR: Bastian Dankert (GER) - Corey Rockwell (USA) - Danny Makkelie (NED)
Quarto ufficiale: Norbert Hauata (TAH)