Roma-Parma 0-0 - La gara sui social

16.02.2015 14:03 di Marco Rossi Mercanti   vedi letture
Roma-Parma 0-0 - La gara sui social
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

La Roma pareggia 0-0 in casa contro il Parma, mestamente ultimo in classifica, capace di mantenere la porta inviolata nonostante le 47 reti subite. Non sono bastati i ritorni di Gervinho e Doumbia (alla prima assoluta con la Roma) ai giallorossi per avere la meglio sui ducali, che portano a casa un punto più per la gloria che per la classifica. Il clamoroso pareggio del Cesena contro la Juventus, però, lascia inalterate le distanze tra le due squadre. Al termine della partita, il popolo giallorosso, attraverso i più noti social network, ha commentato l’esito dell’incontro. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori i pensieri a caldo dei tifosi capitolini.

Il successo ottenuto a Cagliari si è rivelato effimero e la Roma riprende questa brutta abitudine di pareggiare incontri sulla carta molto abbordabili e, soprattutto, allo stadio Olimpico, che dovrebbe essere il vero bunker del campionato giallorosso, ma che ormai non vede una vittoria addirittura dal 30 novembre contro l'Inter. "0-0 contro una squadra che ha subìto 47 gol...che vergogna" è l'amaro commento di Alice, seguito da quello di Emanuele "non riuscire a fare gol a Parma e Napoli è veramente scandaloso". C'è chi come Fabrizio ringrazia il Palermo per la vittoria conseguita ieri contro il Napoli, che tiene i partenopei lontani dalla Roma di 5 punti: "Ringraziamo il Palermo di Vazquez e Dybala (quelli si che sono giocatori) per aver fermato il Napoli", mentre Carlo ci va giù pesante "squadra vergognosa. Spero si cominci a mettere in discussione anche l'allenatore". Andrea, invece, la prende con ironia: "Si diceva che il Parma stava falsando la Serie A. Noi siamo per la regolarità del campionato, ci tenevamo a fugare i dubbi", riferendosi al fatto che i ducali, ultimamente, fossero visti come vittime sacrificali ogni giornata. Giacomo, in modo pragmatico, dichiara "a questo punto gli obiettivi devono essere due: 1) mantenere il distacco dal Napoli 2) andare avanti in Europa League". Infine, molto sportivamente, Filippo si complimenta con il Parma e con i suoi giocatori "a prescindere dalla Roma, bisogna fare i complimenti ai giocatori rimasti a Parma. Con il destino già segnato onorano la maglia".

La stagione non è ovviamente finita, ma bisogna essere onesti: pareggiare in casa con l'ultima in classifica che ha subìto 47 gol in 23 turni (2 a partita) è inaccettabile se si lotta per lo scudetto. Sarebbe meglio, forse, pensare a difendere il secondo posto in questo momento della stagione anziché guardare alla Juventus, che comunque non è riuscita a sfruttare questo favore della Roma. Intanto, giovedì c'è l'Europa League, un impegno da onorare al massimo e magari cercare di archiviare in vista del ritorno. Per far questo, però, la Roma dovrà infrangere questo strano tabù Olimpico, dove non si vince, appunto, dal 30 novembre (escludendo il 2-1 in Coppa Italia contro l'Empoli dello scorso 20 gennaio, conseguito però dopo i tempi supplementari).