Ajax-Roma 1-2 - La gara sui social: "Fonseca vince contro una squadra imbattuta da 25 partite, però resta un incompetente..."

09.04.2021 22:18 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Marco Rossi Mercanti

Successo fondamentale nell'andata dei quarti di finale per la Roma, che espugna la Johan Cruijff Arena di Amsterdam per 2-1. Una partita caratterizzata da moltissimi errori individuali, il primo dei quali "confezionato" da Diawara che dosa male un passaggio e favorisce il contropiede dal quale scaturisce il gol di Klaassen. Nella ripresa, fallo di Ibanez in area di rigore: dal dischetto si presenta Tadic che calcia centrale, con Pau Lopez che respinge. Pochi minuti dopo, punizione di Pellegrini e pareggio della Roma, complice la "papera" di Scherpen. Dopo altri interventi decisivi del portiere giallorosso, nel finale è proprio Ibanez, autore del fallo da rigore, a regalare la vittoria ai suoi con un bel gol al volo su azione nata da calcio d'angolo. Al termine della partita, il popolo giallorosso, attraverso i più noti social network, ha commentato l’esito dell’incontro. Questa rubrica di Vocegiallorossa.it propone ai nostri lettori i pensieri a caldo dei tifosi capitolini.

I supporters romanisti esultano per una vittoria apparsa insperata in alcuni frangenti, ma che è molto importante in vista del ritorno di Roma in programma giovedì 15 aprile alle ore 21:00.

Riccardo è talmente felice per il successo che non riesce a prendere sonno

così come Fabio

con Tiziano che, dato l'andamento della gara, scrive sibillino 

e Simone che afferma 

Prince si limita a dire 

mentre Mary attacca i "gufi" 

e Luca che, consapevole che il campionato ha ben poco da dire, ammette di aspettare solo gli impegni del giovedì in Europa League 

Valerio, invece, elogia Pau Lopez con ironia 

con Hatch che ha qualcosa da ridire sui critici di Fonseca 

Infine, questa è l'analisi di Andrea 

con Giorgio che se la ride simpaticamente alle parole del tecnico dell'Ajax Erik ten Hag 

e Marco che chiosa