L'arbitro - Torna Chiffi dopo i 2 rigori concessi alla Roma contro la Fiorentina. L'ultima vittoria dell'Hellas risale al 2015, grazie a Toni

19.09.2020 09:10 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
L'arbitro - Torna Chiffi dopo i 2 rigori concessi alla Roma contro la Fiorentina. L'ultima vittoria dell'Hellas risale al 2015, grazie a Toni

È Daniele Chiffi l'arbitro designato a dirigere la prima partita della Serie A 2020/21, Hellas Verona-Roma (domani ore 20:45).

Per il fischietto della sezione di Brindisi sono 2 i precedenti in campionato, con la formazione giallorossa. Un bilancio positivo con 2 vittorie romaniste, entrambe all'Olimpico. 

Con Chiffi c'è da segnalare la prima vittoria in Serie A della Roma di Fonseca, datata 15/9/2019, quando all'Olimpico vinse 4-2 contro il Sassuolo, grazie ai gol di Cristante, Dzeko, Mkhitaryan e Kluivert. 

Il fischietto di Padova ha diretto la Roma anche nell'ultima gara casalinga della passata stagione. Vittoria per 2-1 contro la Fiorentina. Una direzione arbitrale che fece protestare la squadra viola per, secondo loro, un errore tecnico in occasione del secondo calcio di rigore concesso ai giallorossi, trasformato dall'ex del match, Veretout. Penalty generoso, ma nessun errore tecnico, visto che il regolamento parla chiaro: il gioco va interrotto solamente se dal tocco del direttore di gara inizia un'azione d'attacco promettente, cambia il possesso o arriva un gol. Non fu questo il caso". 

Per quanto riguarda il borsino disciplinare sono 2 i cartellini gialli in 2 partite. 0 invece i cartellini rossi. 

Positivo anche lo score dei calci di rigore: 2 concessi, entrambi segnati da Veretout contro la Fiorentina, 0 subiti.

Sarà il primo incontro arbitrato da Chiffi tra le due squadre, ma in comune hanno l'avversaria dell'ultima direzione arbitrale: la Fiorentina. 

Positivo lo score dell'Hellas Verona col direttore di gara: 6 direzioni, di cui 4 in Serie A con appena 1 vittoria nel lontano 2015, quando battè 3-2 il Sassuolo al Bentegodi in una gara rocambolesca, visto che dopo 17' espulse il portiere scaligero Rafael, grazie a una doppietta dell'ex giallorosso Luca Toni. 3 i pareggi, l'ultimo dei quali, contro la Fiorentina. 

Sale anche il conto dei cartellini: 9 gialli e 2 rossi estratti da Chiffi ai calciatori giallo-blu. 

Nessun calcio di rigore concesso né contro, né a favore dell'Hellas Verona da Chiffi in Serie A. 

L'arbitro VAR sarà Irrati, il cui esordio con la Roma risale al derby vinto contro la Lazio nel 2017, con 2 rigori concessi. Nel primo è bravo a non intervenire sulla decisione di assegnare rigore per fallo su Kolarov, nel secondo è lui a richiamare l'attenzione, segnalando il fallo di mano di Manolas.
Nella sua ultima gara con la Roma è protagonista in questa situazione di gioco: netta trattenuta su Mkhitaryan in area di rigore; l'arbitro è spalle all'azione e non vede, il VAR suggerisce a Guida che Bruno Peres era in fuorigioco, si riprende giustamente con un calcio di punizione per il Bologna. 
Il bilancio totale prevede 3 vittorie e 3 sconfitte per la Roma con Irrati al VAR.