L'arbitro - Solo vittorie per la Roma con Abisso, l'ultima a Udine. 1 solo gol subito dai giallorossi, 3 dai granata. Pochi cartellini e appena 2 rigori

17.12.2020 11:25 di Luca d'Alessandro Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
L'arbitro - Solo vittorie per la Roma con Abisso, l'ultima a Udine. 1 solo gol subito dai giallorossi, 3 dai granata. Pochi cartellini e appena 2 rigori
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

È Rosario Abisso l'arbitro designato a dirigere Roma-Torino, gara valida per la dodicesima giornata di Serie A, in programma giovedì prossimo alle ore 20:45. .

Per il fischietto della sezione di Palermo sono 4 i precedenti in campionato, con la formazione giallorossa. Un bilancio estremamente positivo con 4 vittorie romaniste di cui una in casa e tre in trasferta. 

L'ultima partita in cui Abisso ha diretto i giallorossi risale allo scorso 3 ottorbre, dove una Roma che poteva passare in vantaggio con Dzeko nel primo tempo, per poi subire il ritorno dell'Udinese, riesce a battere i bianconeri con un gran gol di Pedro. 

Per quanto riguarda il borsino disciplinare sono 7 i cartellini gialli in 4 partite, 0 invece i cartellini rossi

Positivo anche lo score dei calci di rigore: 1 concesso, sbagliato da Kolarov e 0 subiti.

Sarà il primo incontro arbitrato da Abisso tra le due squadre. 

Positivo lo score per il Torino con con il fischietto palermitano: 8 direzioni in Serie A che hanno portato a 4 successi, 2 pareggi e 2 sconfitte, con appena 3 gol subiti. 

L'ultima direzione di Abisso è la sconfitta per 1-0 al Franchi di Firenze, grazie alla rete di Castrovilli, in questa stagione. 

Sale anche il conto dei cartellini: 15 gialli e 0 rossi estratti da Abisso ai calciatori granata. 

Un solo calcio di rigore concesso alla squadra di Cairo, trasformato da Belotti e 0 fischiati contro da Abisso in Serie A. 
 

L'arbitro VAR sarà Di Bello. Con lui lo score della Roma è di 2 vittorie 3 pareggi e 1 sconfitta. Queste i match con i rispettivi episodi:

ROMA - UDINESE 3-1 (11' Dzeko, 30', 44' El Shaarawy, 90' Stryger)

Forti dubbi sul calcio di rigore assegnato alla Roma: Angella sfiora con la punta del piede sinistro il pallone.

ROMA-ATALANTA 3-3 (2' Pastore, 19' Castagne, 21' e 37' Rigoni, 59' Florenzi, 83' Manolas)

BOLOGNA-ROMA 2-0 (36' Mattiello, 59' Santander)

Rischia tantissimo Cristante, già ammonito, che ferma Svanberg che stava ripartendo: ci stava il secondo giallo e quindi l'espulsione.

NAPOLI-ROMA 1-1 (14' El Shaarawy, 90' Mertens)

Spinta di Santon con entrambe le mani su Milik col pallone in viaggio verso il polacco: poteva starci un rigore che Massa non concede così come il VAR, che non avrebbe corretto un chiaro errore da parte dell'arbitro.

ATALANTA-ROMA 3-3 (3', 33' Dzeko, 40' El Shaarawy, 44' Castagne, 59' Toloi, 71' Zapata)

ROMA-HELLAS VERONA 2-1 (10' rig. Veretout, 45'+4' Dzeko, 47' Pessina)

26' - Il braccio di Dzeko è attaccato al corpo su un tiro ravvicinatissimo di Verre: Maresca non fischia, il VAR non corregge, giustamente.

15' - Contrasto sul fianco dell'area di rigore tra Dzeko e Kumbulla, che sgambetta il suo avversario: rigore solare negato alla Roma, perché Maresca fischia un fallo in attacco.

8' - Dall'altra parte Pellegrini va giù dopo un contatto con Empereur, che tocca prima il pallone e poi il giocatore della Roma. Maresca fischia il calcio di rigore e ammonisce il 33 gialloblu. Il VAR non ravvisa chiaro ed evidente errore e conferma il calcio di rigore per i giallorossi. Un penalty che non sembra esserci, fortunata la Roma a non vedere la decisione corretta dagli assistenti al video.