L'arbitro - Partite tranquille con Sozza. Un paio di errori pesanti del VAR Di Paolo

14.05.2022 18:08 di Gabriele Chiocchio Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Gabriele Chiocchio
L'arbitro - Partite tranquille con Sozza. Un paio di errori pesanti del VAR Di Paolo
Vocegiallorossa.it
© foto di www.imagephotoagency.it

Sarà Simone Sozza l’arbitro della sfida tra Roma e Venezia, in programma sabato alle 20:45 allo Stadio Olimpico.

L’arbitro della sezione di Seregno ha diretto la Roma in occasioni, di cui in questa stagione. Il bilancio complessivo dei giallorossi con lui è di due successi (contro il Crotone per 5-0 nella scorsa annata, contro il Sassuolo per 2-1 in questa) e una sconfitta (contro l’Inter per 2-1 lo scorso 23 aprile).

Sozza ha estratto 6 cartellini gialli, esattamente 2 a partita, a indirizzo di calciatori della Roma, mentre ha ammonito 3 suoi avversari. Nessun cartellino rosso nelle partite dei giallorossi da lui diretta, così come nessun calcio di rigore. 

Sono invece 5 i precedenti del Venezia con Sozza, ma nessuno in Serie A. Negli incroci in Serie B i lagunari hanno ottenuto 2 vittorie - di cui una ai supplementari contro il Chievo nel primo turno dei playoff della scorsa stagione, pareggio e 2 sconfitte.

Aleandro Di Paolo sarà il VAR e ha ricoperto questo ruolo in 7 gare precedenti della Roma, che hanno visto i giallorossi vincere 3 volte a fronte di un pareggio e 3 sconfitte. Un paio di suoi mancati richiami hanno determinato errori dell’arbitro centrale a sfavore dei giallorossi, che citiamo dalla nostra Moviola.

Roma-Napoli 0-2 (21 marzo 2021)
78'
- Koulibaly ostacola Villar in area di rigore: non fischiato un chiaro penalty in favore dei giallorossi.

Roma-Juventus 3-4 (9 gennaio 2022)
13'
- Braccio larghissimo di de Ligt su un tiro di Pellegrini, Massa fa ampio cenno di proseguire e assegna il calcio d'angolo: il VAR non interviene e la Roma non ottiene un chiaro penalty. Il pallone tocca prima il piede del difensore olandese, ma questo non fa sì che automaticamente decada la volontarietà: il braccio largo faceva sì che il difensore occupasse più spazio del normale.

Di Paolo ha comunque pescato il rigore che ha permesso alla Roma di vincere sul campo dello Spezia lo scorso 27 febbraio, quando l’arbitro centrale era Michael Fabbri. In Napoli-Roma del 18 aprile, invece, non ha richiamato l’arbitro dopo il contrasto tra Meret e Zaniolo, che nella nostra Moviola abbiamo comunque giudicato non falloso.