Zeman: "Questa squadra può competere con tutti"

08.12.2012 23:18 di Alfredo Garofalo Twitter:    Vedi letture
© foto di Giuseppe Celeste/Image Sport
Zeman: "Questa squadra può competere con tutti"

Zeman a Sky Sport

"La gara più bella? E’ stata una buona partita tenendo in considerazione l’avversario che gioca e lascia giocare. Migliorati nella riconquista del pallone? Il concetto è che se non si ha la palla bisogna cercarla. Dall’inizio abbiamo cercato di fare questo gioco preparando situazioni da gol che non abbiamo sfruttato mentre in difesa abbiamo commesso qualche errore. Come è accaduto anche oggi. Chi mi ha convinto di più tra De Rossi e Tachtsidis? E’ difficile dirlo. Tacthsidis ha fatto  il gol  e giocato una buona partita ma ha commesso qualche errore. De Rossi invece è entrato in una fase della gara in cui occorreva dare protezione alla difesa e lui lo ha fatto bene avendo quelle caratteristiche. Una staffetta tra i due? No, io faccio delle scelte. E’ chiaro che chi non gioca non è felice. Per me sono tutti a disposizioni. Giusto o sbagliato io devo fare delle scelte. La condizione atletica? La Roma sta bene fisicamente ma ci vuole applicazione.  Le motivazioni sono importanti e per vincere bisogna fare qualcosa in più. Osvaldo? Ha ancora dei problemi, per questo ho cominciato con Destro. Vorrei utilizzarli insieme ma non entrambi al centro dell’attacco. Marquinhos? Per il ragazzo è importante fare i mondiali. Per me le nazionali sono importanti ma noi non possiamo stare fermi. Peccato non si riesca a fare un calendario che non disturbi il campionato. Pjanic? Per me ha fatto molto bene così come a Siena. In quel ruolo può rendere tanto e aiutare la squadra in fase offensiva e in quella difensiva. La classifica? Per me è una questione di convinzione. Ho sempre detto che la squadra può competere con tutti. Tranne la partita con la Juve e con la Lazio sul piano del gioco abbiamo sempre giocato bene ma senza continuità. Vogliamo risalire e recuperare quelli che stanno avanti.

Zeman alla Rai

“Se potevamo chiudere prima la partita? Sì, oggi ho visto due squadre che hanno giocato a calcio, ma noi ci siamo dimostrati superiori. Dare un voto a Totti? Nessun voto, Totti è un giocatore importante, lo dimostrerà ancora a lungo. L'ho conosciuto che faceva il militare e, ad oggi, i suoi colpi sono gli stessi. Se siamo entrati in sintonia dopo il derby? Nel derby abbiamo giocato tanto tempo in inferiorità numerica, poi quando è venuto il diluvio abbiamo avuto dei problemi. In seguito, abbiamo reagito e al momento stiamo andando bene. La difesa? Non ho fatto un lavoro specifico, faccio tutto sempre allo stesso modo. Questi ragazzi si stanno impegnando, alcuni gol li abbiamo presi per distrazioni, ma siamo migliorati molto come reparto. Cosa ho provato sul 3-2? Sono abituato a questo tipo di risultati, ogni tanto paghiamo qualche disattenzione quando siamo in vantaggio, ma oggi questo non è accaduto. Cosa ho pensato quando la Fiorentina ha pareggiato? Non lo so se la Fiorentina abbia creato questo schema di sua volontà. De Rossi? Ho una rosa importante, tutti possono giocare, oggi ho deciso di schierare Tachtsidis al suo posto, che ha un tipo di gioco diverso, per questo l'ho voluto in campo, sebbene sbagli ancora qualche palla. Daniele è un giocatore importante, sta a disposizione come tanti altri”.

Zeman a Mediaset

"La nostra prestazione? Abbiamo fatto una buona prestazione. Sono contento ma abbiamo sbagliato più sotto porta. Bene il risultato. Se il risultato aumenta l'autostima? Sì non solo il risultato. Anche oggi abbiamo sbagliato molte occasioni. La Fiorentina è un'ottima squadra che gioca e ti lascia giocare. Pjanic? Sta facendo bene, ma non solo lui. Io cercherò di sbagliare meno scelte. De Rossi in panchina? Io scelgo in base al lavoro quotidiano anche se De Rossi si sta impegnando molto. De Rossi è un po' più lento ad impostare l'azione. Un pensiero su Montella? Per me è un ragazzo a posto e un grande allenatore, alla Roma l'ho voluto io. La mentalità della squadra? Bene anche su quel punto di vista. La squadra adesso gioca bene in tutti i 90' minuti e ha maggiori stimoli rispetto al passato. Quanto sono importanti Destro e Pjanic? Destro ha giocato bene. Oggi è stato un po' più fermo e si è fatto vedere poco. Pjanic è un giocatore di qualità. Perché è calata la nostra pressione nel secondo tempo? E' stata brava la Fiorentina che ha alzato i ritmi. Io vorrei giocare sempre come nel primo tempo. Il fallo di Olivera? Ci sono 5-6 arbitri e non posso decidere certo io. Sono loro che devono vedere certe cose. Segnale al campionato? Noi lo abbiamo detto dall'inizio che volevamo essere competitivi. Ogni domenica vogliamo migliorarci".

Zeman a Roma Channel

"La migliore Roma della stagione? Penso che la Roma abbia dominato questo e qualche altro avversario, non ha chiuso la gara quando poteva e si è complicata la vita. La Fiorentina veniva dipinta come squadra col miglior gioco del campionto, eravamo preoccupati e invece la squadra si è sciolta e ha giocato il suo calcio e penso abbia vinto con tanto merito. Partita dominata? Abbiamo lavorato tanto, nel primo tempo sul piano agonistico e della voglia di riconquistare palla abbiamo fatto bene, abbiamo giocato in undici e quando undici lavorano insieme si vedono i risultati. Mi è piaciuta la voglia di vincere la partita, non abbiamo mai mollato e abbiamo cercato di creare problemi alla Fiorentina. Abbiamo sbagliato qualcosa, potevamo pagarla. Mi rendo conto che per l'ambiente e per i giocatori è meglio vincere, i risultati sono importanti per questo. La squadra ha dei valori, il problema è che non bisogna calare di intensità e concentrazione, spero che con i risultati positivi la squadra avrà più fame. La difesa alta? Abbiamo preso due gol, uno per una scelta sbagliata, l'altra per una palla persa male a centrocampo. Stiamo lavorando insieme, tutti e quattro i difensori erano nuovi, ora sappiamo leggere le situazioni. Piris? Ha fatto molto bene, sia nel primo che nel secondo tempo. Nella fase difensiva oggi ha lasciato poco agli avversari e ha aiutato molto in fase offensiva. E' una prestazione molto buona. Il gol di Tachtsidis? Spero che lo aiuti, è un ragazzo trattato molto male dall'inizio e lui ne risente, spero venga aiutato perché può dare tanto alla Roma. Dove possiamo arrivare? Non lo so, spero mantenga la fiducia. Avremo delle pause, è normale e naturale, ma spero che ne avremo poche. La partita di Coppa Italia? Devo vedere, voglio passare il turno e devo valutare. La rosa è ampia, possiamo giocare tutti, cambiare tanto non ci farebbe bene. Bradley? Gioca perché mi dà tante soddisfazioni, ha fatto un'ottima partita in fase difensiva e in fase offensiva, si è proposto tanto. Magari ci è mancato l'ultimo passaggio e l'ultimo tiro ma è stato un giocatore attivo".

Zeman in conferenza stampa

"Specialmente nel primo tempo siamo stati molto aggressivi, pronti a ripartire per creare problemi alla Fiorentina. Pjanic avanzato? È la seconda partita, ha dimostrato che con me può giocare dappertutto. Le prossime volte in cui non ci giocherà sarà diverso, ma in queste due partite ha servito la squadra. Tecnicamente non va discusso. Senza di lui perdiamo in fase difensiva, anche se fisicamente non può fase il difensore. Goicoechea? Stekelenburg si allena in gruppo da una settimana, per me è ancora poco. Visto che c’è anche Lobont ho scelta. Mi piace Goicoechea per l’impostazione. De Rossi? Ho 25 giocatori, devo scegliere. Totti un esempio anche per i più giovani? Si vede ogni giorno, lui a Roma è conosciuto e amato. Io sono soddisfatto perché dà soddisfazioni a me e alla squadra, che si affida a lui nei momenti di difficoltà Qualcosa per non sbagliare tutti quei gol? Ci alleniamo per fare gol, non sempre si riesce. Vorrei che si costruissero sempre occasioni da gol, generalmente quattro bastano… Se la Roma è l’anti-Juve? Gli altri sono più vicini, cerchiamo di fare il nostro. Per me la squadra è competitiva, negli ultimi tempi riescono anche i risultati, ma continuo a dire che abbiamo 8 punti in meno rispetto alle prestazioni, bisogna stare zitti e pedalare. Cosa non ha funzionato nel primo gol della Fiorentina?  Ci siamo dimenticati di un giocatore. Avevamo provato e tutto era apposto, ma chi doveva fare ordine non ha visto un altro giocatore e non dovevamo uscire, anche se 6 giocatori su 7 sono finiti in fuorigioco. Se il fatto di aver detto che la Roma può vincerle tutte è una provocazione? Questo si deve dire, nessuno scende in campo per perdere, ci si prova sempre. Sono contento e felice di avere tanti bravi giocatori a disposizione. Il secondo gol? Abbiamo perso male la palla e non eravamo coperti. Se c'è bisogno di tempo? Siamo stati in sofferenza per distrazioni individuali. Questa squadra è nuova, prima che si capiscano i giocatori ci vuole tempo. Oggi penso che il reparto funziono nell’insieme, ed è la cosa più importante. Si può anche migliorare, ma sono soddisfatto del lavoro di tutti e quattro i difensori. Squadra più unita? Prima abbiamo giocato bene e poi avevamo mollato, oggi duriamo di più".