Totti: "Bello vincere con una mia doppietta. La maglia è per i tifosi che non mi hanno mai fatto mancare l'affetto"

08.01.2012 19:00 di Greta Faccani   vedi letture
Totti: "Bello vincere con una mia doppietta. La maglia è per i tifosi che non mi hanno mai fatto mancare l'affetto"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Totti a Roma Channel

“Ci tenevo a partire bene, sono contento che la squadra abbia fatto una grande prestazione. La maglietta? Ci ho pensato in settimana assieme al mio amico Giorgio. Oggi avevamo tutto da perdere, venivo da 15 giorni di stop, volevamo partire come fatto a Bologna e abbiamo dato tutto in campo. Speravo che questa giornata venisse spesso, vincere con due gol miei... Sono felice per la squadra e per i tifosi. La Lazio? Pensiamo solo a noi, continuando in questo modo e sicuramente possiamo scavalcare le squadre sopra di noi. L’infortunio di Osvaldo? Mi spiace per lui, era al top, il nostro capocannoniere e fa reparto da solo. Ha la forza e la volontà di farlo al meglio. La mia posizione? Ho piena libertà di mettermi dove voglio e spero di farlo al meglio. Dopo Firenze ci sono stati un po’ di problemi nel riguardo del mister. Abbiamo fatto gruppo e ci siamo stretti attorno a lui perché se lo merita, è un gruppo unito. Sono gare difficili perché affrontiamo squadre che con la Roma danno molto. Dobbiamo affrontarle con la stessa voglia di ora”.

Totti attraverso il proprio sito ufficiale

"Sono molto contento di com'è andata oggi contro il Chievo, abbiamo vinto grazie alle mie reti e non succedeva da un po'. Me lo sentivo che il gol sarebbe arrivato anche se bisogna ammettere che era su rigore è più facile ^_^

La maglia con la scritta "Scusate il ritardo" l'avevo preparata in settimana, è indirizzata ai tifosi che non mi fanno mai mancare il loro affetto. Il secondo gol invece, festeggiato col ciuccio, era per i miei figli e mi sa che non erano più abituati a questa dedica ^_^

Abbiamo giocato bene, prima delle vacanze avevamo disputato ottime partite ed era fondamentale partire col piede giusto anche nel nuovo anno. Credo che un momento di svolta sia stato quello che ha seguito la sconfitta contro la Fiorentina: il gruppo sia unito maggiormente e si è stretto attorno all'allenatore, penso che questo stia portando i primi risultati. Adesso ci aspettano diverse partite difficili, ci sono squadre che contro di noi danno il massimo, noi dovremmo mostrare la voglia e l'atteggiamento mostrati ultimamente.

Voglio dedicare un pensiero anche ad Osvaldo, mi spiace che sia fuori per infortunio: era in grandissima forma, il nostro capocannoniere ed un centravanti che fa reparto praticamente da solo. Lui però ha tutta la forza di volontà per tornare presto, non aspettiamo a braccia aperte".