Spinosi: "Esonero Zeman? I problemi sono altri. Blanc sarebbe un'ottima opzione"

02.02.2013 15:36 di Simone Francioli   vedi letture
Fonte: mondopallone.it
Spinosi: "Esonero Zeman? I problemi sono altri. Blanc sarebbe un'ottima opzione"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Luciano Spinosi, ex giocatore e allenatore della Roma (Primavera), ha commentato l'esonero di Zdeněk Zeman:

Signor Luciano, serviva una scossa del genere?

"Evidentemente sì. In alcuni momenti, la soluzione più facile è quella di cambiare l’allenatore: mi dispiace tanto per Zeman, ma la società ha il diritto di fare la sua scelta".

Questo avvenimento certifica l’inadeguatezza del boemo per le grandi panchine?

"Non credo. Il calcio di Zeman lo conosciamo tutti: se sviluppato in un certo modo, porta solo soddisfazioni. I problemi della Roma, a mio avviso, sono altri".

Tipo?

"Ieri ho visto la Roma più brutta della stagione, una squadra in piena confusione. Ha giocato solo Totti, ma ormai non fa più notizia".

Totti unico trascinatore: da un lato è affascinante, però rovesciando la medaglia ci si rende conto che non può essere un 37enne a portare avanti la baracca…

"Concordo. Spero solo che Francesco continui così: è un patrimonio del calcio italiano, abbiamo bisogno di fuoriclasse del genere".

Il nuovo allenatore è Aurelio Andreazzoli: lo conosce?

"L’ho visto un paio di volte, ma non posso esprimere un giudizio dal punto di vista tecnico. Penso che tra due giorni arriverà uno tra Blanc e Giampaolo. Del francese si parla molto".

Serve più uno alla Blanc, con cui costruire il futuro, oppure un traghettatore?

"Dipende dalle idee della società. Se non vogliono anticipare le scelte per la stagione successiva, allora che vadano con un traghettatore. In caso contrario, Laurent Blanc sarebbe un’ottima opzione".

Ieri molti singoli in difficoltà per la pressione del tifo: è un’arma a doppio taglio in questo momento?

"Sicuramente. Giocare a Roma non è semplice: oggi come oggi, serve che ognuno tiri fuori gli attributi e dia quel qualcosa in più che troppo spesso è mancato. A prendere in mano la situazione, pero, devono essere i calciatori di maggiore esperienza e personalità", ha dichiarato a mondopallone.it.