Prati: "Totti, nella Roma, è come Rivera nel Milan. E' un giocatore eccezionale"

28.10.2011 13:28 di Simone Francioli   vedi letture
Fonte: imperoromanista.it
Prati: "Totti, nella Roma, è come Rivera nel Milan. E' un giocatore eccezionale"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Pierino Prati, ex attaccante di Milan e Roma, ha rilasciato un'intervista a imperoromanista.it nella quale analizza la sfida tra le due squadre, parlando inoltre di Francesco Totti:

Come vede la partita? "Come sempre, Milan e Roma sono le squadre dove ho passato tutta la mia carriera, la vedrò con un certo trasporto".

Cosa ne pensa della stagione del Milan e quella della Roma? "Il Milan è in ripresa, sta attraversando un bel rispolvero. La Roma invece è frenata, soprattutto per l’assenza di Totti. Lui è un giocatore che dà sicurezza a la squadra e il fatto che non ci sia, può portare in alto il Milan. Ma per i rossoneri questa sarà una partita difficile e delicata, la Roma, soprattutto dopo la sconfitta dello scorso mercoledì, se la vorrà giocare. A livello di gioco poi, quello di Luis Enrique è più spettacolare e i rossoneri, non giocano di certo meglio…".

Quali ricordi ha di Milano e di Roma? "In entrambe le squadre ci ho passato l’intera carriera e ho avuto la fortuna di giocare in Serie A. Nel Milan ci sono nato, ho avuto la possibilità di arrivare ad alti livelli, è stata la realizzazione di un sogno che avevo fin da bambino. La Roma invece a quei tempi non era di grande vertice, però c’era tanta soddisfazione, soprattutto per i tifosi. Tutt’oggi li ritrovo su facebook che mi fanno gli auguri di compleanno… Non abbiamo vinto niente ma il terzo posto fu un grande traguardo. Io segnai 22 gol e in quella formazione, c’erano tanti giocatori che poi furono chiamati nelle rispettive nazionali. E poi c’era la curva che non si può dimenticare, il tifo giallorosso è unico".

Lei ha giocato con un campione come Rivera, pensa che Totti sia il suo erede? "Nella Roma Totti è come Rivera nel Milan. E’ un giocatore eccezionale che sta giocando ancora nonostante l’età. Purtroppo in Italia si guarda molto al fattore età e tanti allenatori, si affidano ai giovani. In carriera Totti ha segnato parecchio ma ora da grande professionista, ha accettato di cambiare ruolo. E’ il simbolo di questa squadra, nel nostro paese sono rimasti solo lui, Zanetti e Del Piero ad essere veri professionisti e bandiere".

Chi saranno i protagonisti di domani? "Possono essere tanti, nel Milan ad esempio sono andati a segno anche Nocerino e Boateng mentre nella Roma, non segnano in tanti. Da milanista mi augurerei che non giocasse Totti! Il Milan è pericoloso e una vittoria, sarebbe importante per la vetta, ma la Roma deve vincere per ripartire".

Ci fa un pronostico della partita? "Il pronostico è sempre difficile; sono stato innamorato di entrambe anche se il Milan mi ha dato più soddisfazioni. Mi auguro che vincano i rossoneri, però dalla prossima domenica, deve vincere la Roma!".