Pjanic: "Vogliamo essere i primi a battere la Juve. Contro il Brasile ho giocato più di quanto avrei voluto"

20.04.2012 18:13 di Redazione Vocegiallorossa   vedi letture
Fonte: Sky Sport 24
Pjanic: "Vogliamo essere i primi a battere la Juve. Contro il Brasile ho giocato più di quanto avrei voluto"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Quando mancano appena due giorni al big match contro la Juventus, Miralem Pjanic ha parlato ai microfoni di Sky Sport 24:

Il terzo posto passa per la sfida di domenica..

"E' possibile, abbiamo sei sfide molto importanti, questa sarà tra le più belle, mi fa pensare ad una gara di Champions. Entrambi abbiamo un obiettivo molto importante, vogliamo tutti fare uan grande partita. Vogliamo essere i primi a battere la Juve".

Seguivi la Juventus da bambino?

"Sì, da quando Zidane giocava lì mi è sempre piaciuta. E' una squadra molto importante in italia, e nel mondo. Sono molto compatti, uniti, è molto difficile giocare contro di loro. Sono contento per loro ma spero che saremo i primi a batterli".

Questa portebbe essere l'ultima sfida tra Totti e Del Piero..

"Sono due campioni, hanno vinto un Mondiale. Sono giocatori molto forti, che possono fare la differenza. Mi dispiacerebbe se fosse l'ultima sfida tra loro due. Mi piace giocare con Checcho, spero che giochi ancora a lungo”.

De Rossi e Marchisio potranno raccogliere l'eredità di Totti e Del Piero?

"Non so di Marchisio ma De Rossi può farlo. E' romano, rappreseta i nostri tifosi. Non conosco bene Marchisio, è un giocatore importante e sta facendo una grande stagione".

L'amichevole tra Bosnia e Brasile?

"Nessuno si è arrabbiato. Ho parlato con il mister della Bosnia, lui ha voluto che io giocassi più di quanto avrei voluto ma non c'è alcun problema. Il mister sta sempre molto vicino ai giocatori, nemmeno qui a Roma ci sono problemi e sono concentrato verso la Juve".