Garcia: "Risultato normale dopo una settimana con tanti problemi. Prova TV? Non capisco se sia applicabile"

01.03.2014 23:07 di Gabriele Chiocchio  Twitter:    vedi letture
Garcia: "Risultato normale dopo una settimana con tanti problemi. Prova TV? Non capisco se sia applicabile"
Vocegiallorossa.it
© foto di Federico Gaetano

Garcia a Sky Sport

"Soddisfatto? No, penso che il risultato sia normale, l'Inter ha giocato la prima parte del primo tempo, noi siamo andati meglio cambiando modulo ma abbiamo avuto una settimana con tanti problemi. Se non vinciamo è importante non perdere. Il tridente? Non ha giocato bene, ma non è stato neanche servito a dovere. Gervinho nel finale ha avuto problemi ma è normale perché non si è allenato molto in settimana. Peccato per lo stadio vuoto, visto che ci hanno visto in molti dall'estero. E' uno spettacolo che non fa bene al calcio italiano. L'assenza dei registi? Oggi i nostri terzini sono andati molto bene, generalmente noi attacchiamo molto dalla loro parte, ma né Torosidis né Romagnoli hanno queste carratteristiche. Sono molto contento per la partita di Romagnoli, ha 18 anni e sta crescendo molto. L'ingresso di Pjanic? In realtà non doveva giocare neanche un minuto ma dopo quel primo tempo gli ho chiesto di entrare anche al 50% per aiutare la squadra. Strootman? Oggi era difficile, all'inizio abbiamo difeso indietreggiando troppo, siamo migliorati con il cambio di modulo. Il pugno di De Rossi? Non ho visto nulla, so solo che Romagnoli ha preso un pugno. Prova tv? Non credo, c'è ancora questo problema dell'interpretazione, non capisco se sia punibile. Roma affaticata? De Rossi smaltiti i problemi fisici per esempio a Bologna ha fatto una partita fantastica, in settimana ci siamo allenati con pochi elementi, in settimana ho avuto più giocatori in infermeria che in campo. Scudetto? Ci sono molte partite, è ancora lunga".

Garcia a Mediaset Premium

"Il pareggio è il risultato normale della partita, l’Inter ha giocato bene nei primi trenta minuti, noi abbiamo fatto un secondo tempo di buon livello, l’occasione più clamorosa, quando non possiamo vincere dobbiamo almeno non perdere. Quanto pesano le assenze? Tanto, Pjanic non doveva giocare, ma all’intervallo gli ho detto che avevamo bisogno di lui, in settimana abbiamo avuto molte difficoltà, quando giochiamo queste partite strane, senza pubblico e non al meglio, va bene anche un punto. Maicon, Totti e forse Dodò e Pjanic saranno al 100% per Napoli, cambierà tutto. Gli arbitri? Bisogna lasciarli tranquilli, se c’è un pareggio sugli episodi non c’è nulla da dire in più. Il problema sono ancora le interpretazioni, con le prove tv da inizio stagione era possibile vedere tante cose, allora è difficile, bisogna solo parlare di gioco, abbiamo visto un Inter di qualità, hanno una buona rosa, mi è piaciuto il secondo tempo nostro, Pjanic al 100% segna, la verità di oggi è che speriamo di recuperare tutti in vista di Napoli, per giocare con tutte le nostre forze".

Garcia alla Rai

"Squadra poco aggressiva? Si, soprattutto questo, il pareggio è un risultato normale per la gara. L’Inter ha giocato benissimo all’inizio della gara, noi abbiamo cambiato modulo di gioco per essere più offensivi, la mia squadra è stata molto meglio nel secondo tempo. Il problema è che questa settimana abbiamo avuto più giocatori in infermeria che ad allenarsi sul campo, speriamo che per il Napoli vedremo l’infermieria svuotata per preparare una gara importante. Gli episodi? Non serve parlarne, perchè c’è anche un pugno su Romagnoli, ma ci sono tanti giocatori in area che è difficile per l’arbitro vedere tutto. Sono stati episodi. De Rossi ci sarà sicuramente per Napoli, queste cose sono sempre ad interpretazione. Le vedo in tutti gli stadi da inizio stagione, ma non vanno in tv. Se basta il pari? Quando non possiamo vincere, bisogna almeno non perdere, soprattutto la prima scelta era per dare qualità offensiva con l’inserimento di Pjanic. Era previsto non farlo giocare nemmeno un minuto, quando ho visto nell’intervallo com’è andata, bisognava averlo sul campo con noi. Dopo Gervinho era stanco e Destro anche, per questo era normale sostituirli e mettere uomini più freschi. Negli ultimi minuti abbiamo sofferto ancora. Milan-Juve? Grande gara anche quella. Lo stadio questa sera non era una grande pubblicità per il calcio italiano, c’erano tante tv straniere e tanta stampa all’olimpico, vedere lo stadio vuoto fa strano e non va bene per il calcio italiano. Sul breve termine non è un problema, abbiamo giocato e vinto contro la Sampdoria, oggi non abbiamo vinto ma non era un problema. Spero sia l’ultima volta che vedo questa cosa all’Olimpico. L'arbitraggio? Lui ha fatto bene, ha fischiato quello che ha visto, è sempre così per l’arbitro, le cose vanno tanto veloci sul campo che per l’arbitro non è facile, per questo vanno lasciati tranquilli. In tutte le gare spero che tutti i sei arbitri si prendano la responsabilità di aiutare quello che è al centro del campo. Possiamo prendere spunto dal rugby, ma è un esempio. Vedremo se cambiano le cose. La moviola in campo? Sarebbe già un buon inizio non vedere più i gol fantasma. Seconda cosa facile, sarebbe aiutare gli arbitri a vedere se il fallo è dentro o fuori dall’area".

Garcia in conferenza stampa

"Il pareggio? L'Inter è una squadra di qualità, noi abbiamo cambiato modulo. Nel secondo tempo abbiamo fatto più possesso palla, abbiamo avuto l'occasione con Pjanic ma l'importante è che non abbiamo perso. Le curve chiuse? Non penso che sia una buona pubblicità per il calcio italiano. Lo stadio vuoto è brutto. Il primo tempo? L'Inter ha giocato bene. Nella ripresa, con più pressione e con un trequartista, abbiamo fatto la partita. Alcuni giocatori hanno fatto tutta la settimana in infermeria, Pjanic non doveva giocare, ma all'intervallo gli ho detto che avevo bisogno di lui ed ha aiutato la squadra. Arrabbiato per il gesto di De Rossi? Io non ho visto nulla, ho sentito anche del pugno di Juan Jesus a Romagnoli. Ho visto tante cose che non sono andate alla prova tv, è un problema di interpretazione. Bisogna avere un regolamento che ora non c'è. Gli avversari iniziano a conoscere la Roma? Stasera possiamo dire di sì, abbiamo perso solo due partite in questa stagione. L'Inter ha qualità, non è una vergogna aver pareggiato, non eravamo nemmeno al 100%. Sono contento di Torosidis e Romagnoli, hanno difeso bene. Vogliamo vincere le partite che restano, abbiamo la chiave per fare i tre punti ovunque e l'abbiamo dimostrato, non è casuale tutto questo. Differenza di punti con l'Inter? Non abbiamo rubato i nostri punti, giochiamo bene e riusciamo quasi sempre a fare un gol più dell'avversario. Questo pareggio è normale. Ho visto una squadra di alta qualità, ci siamo difesi bene, abbiamo provato nel secondo tempo a vincere. Sul piano fisico alcuni non stanno bene, ma è stata una settimana dura. Ho avuto più giocatori in infermeria che in campo ad allenarsi, sono fiducioso per la settimana che verrà. Mancanza dei tifosi? Sul breve non è un problema e non è un alibi. Spero di non vedere più uno stadio fino alla fine della stagione. Gli arbitri italiani sono i migliori? Io non voglio entrare in questo dibattito, ognuno ha la sua opinione. C'è solo una cosa da fare: vincere. Ci sono ancora 39 punti a disposizione, se riusciremo a farli faremo una cosa incredibile".

Rudi Garcia a Roma Channel

"Romagnoli? Ha fatto molto bene, soprattutto in fase difensiva. Ha giocato con personalità, è normale che non posso chiedergli di attaccare come Dodò o Bastos perché non ha quelle caratteristiche. Già a Bologna aveva fatto una buona partita, è giovane ma impara velocemente. L'Inter? Ha una rosa di grande livello, siamo partiti bloccati ma poi abbiamo cambiato modulo. Gli ultimi 5 minuti abbiamo sofferto un po', tutto sommato un pareggio normale. Ljajic? Ha fatto una buona partita, ma con questo modulo dobbiamo avere un trequartista che gioca verticalmente. Pjanic si è sacrificato ed è entrato in campo anche se aveva difficoltà fisiche. Nel campionato italiano non esiste una partita facile, questa sera non abbiamo vinto e sperare che gli altri non vincano. Abbiamo una settimana per preparare la gara di Napoli, vogliamo fare un ottimo risultato. Sul piano psicologico è stato importante non perdere, in casa non abbiamo mai perso, siamo in una striscia positiva. Gli infortunati? Speriamo di avere buone notizie, speriamo che Pjanic non giochi mercoledì, sarebbe un rischio terribile. Forse qualcuno tornerà in gruppo, lo spero, perché abbiamo bisogno di tutti in questa stagione".