Fonseca: "Mi assumo le mie responsabilità. Squadra stanca"

19.04.2021 08:49 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonseca: "Mi assumo le mie responsabilità. Squadra stanca"
Vocegiallorossa.it
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Nel postpartita di Torino-Roma, è intervenuto il mister giallorosso Paulo Fonseca.

Fonseca a Roma TV

Cosa è successo?
“Potevamo chiudere la partita nel primo tempo e non l’abbiamo fatto, nel secondo tempo il Torino ha giocato bene e ha meritato di vincere”.

Ha pesato la gara di giovedì?
“Quando si cambia molto può succedere di avere delle difficoltà. Avevamo alcune assenze, alcuni giocatori erano stanchi dopo l’Ajax. Non deve succedere, ma non è la stessa cosa senza tutti i giocatori”.

Ora come si gestisce il gruppo?
“Dobbiamo continuare, ora è più difficile raggiungere la Champions, ma matematicamente è possibile. Dobbiamo pensare al campionato”.

L’Atalanta?
“Sarà una partita difficile, vediamo chi possiamo recuperare”.

Fonseca a Sky Sport

Magari inconsciamente la squadra toglie le energie al campionato in favore dell’Europa League, la vede così?
"Magari non deve essere cosi, la verità è che abbiamo giocato 2 giorni fa e abbiamo cambiato molto. Abbiamo problemi con terzini e difensori, abbiamo poche possibilità. Se la squadra sta pensando più all’Europa League credo che dovevamo pensare di più al campionato e non l’abbiamo fatto".

Eppure le condizioni per fare bene c’erano. La ripresa?
"Abbiamo fatto il primo gol, abbiamo avuto le occasioni per chiudere il match e non l’abbiamo fatto, il Torino ha fatto meglio, è stato più aggressivo e ha meritato".

Sugli errori individuali, in campionato si abbassa la concentrazione…
"È quello che è mancato a questa squadra. È una questione di concentrazione, in Europa League la squadra è più concentrata. La squadra ha fatto tanti errori.

Campionato fortemente negativo, sente di aver sbagliato?
"È vero, devo assumermi le mie responsabilità. È difficile, in campionato abbiamo sbagliato di più".

Compromesso l’obiettivo quarto posto?
"Devo essere onesto, è difficile. C’è la matematica possibilità ma è difficile".