Dzeko: "Vittoria importantissima, ora dobbiamo battere il Wolfsberg"

29.11.2019 08:30 di Danilo Budite Twitter:    Vedi letture
© foto di Insidefoto/Image Sport
Dzeko: "Vittoria importantissima, ora dobbiamo battere il Wolfsberg"

Dopo il match contro l'Istanbul Basaksehir è intervenuto Edin Dzeko.

Dzeko a Roma TV

Missione compiuta?
"Certo, era una partita molto pericolosa, perdendo potevamo uscire. Abbiamo fatto una buona gara, soprattutto nel primo tempo con tre gol. Nel secondo tempo abbiamo gestito".

Il gol ti da serenità?
"Non c'è mai serenità per noi attaccanti, ma bisogna sempre continuare a segnare".

Per il primo posto è difficile?
"Si, ma non siamo ancora passati. Dobbiamo battere il Wolfsberg e tifare Basaksehir. Tutto è possibile".

Ora testa al campionato?
"Si, vincere aiuta sempre e dobbiamo continuare così".

Dzeko a Roma Tv

Avete ottenuto una vittoria importante in ottica qualificazione
“Abbiamo dato una bella risposta sicuramente. Ci aspettavamo più problemi in questa partita, ma l’abbiamo giocata molto bene sin dal primo minuto. Era molto pericoloso oggi, perché se perdevamo eravamo fuori. Siamo stati bravi a chiuderla nel primo tempo”.

Oggi avete giocato con 5 giocatori arrivati in estate, ma la squadra gioca molto bene. Quanto conta Fonseca in questo?
“Ci alleniamo molto col mister, in fase offensiva, con la palla, dove il mister vuole che la giochiamo molto. Ci sono tanti nuovi, ma si vede la mano del mister: è una squadra che vuole giocare sempre il pallone. Si gioca ogni tre giorni e tutti sono importanti”.

Pellegrini dice che tu gli chiedi sempre il pallone, come gli rispondi?
“A Pellegrini dico sempre che deve farmi tanti assist, ne ha già 5 ma deve farne ancora. Anche altri giocatori come Pastore e Mhkitaryan sono molto tecnici e possono fare l’ultimo passaggio: abbiamo una squadra forte con tanti giocatori forti, possiamo fare molto bene”.

Quanto pesa per un attaccante non segnare per tante partite?
“Diventi nervoso se non segni, poi ogni tanto vuoi fare troppo per fare gol e sbagli. Devi essere sereno. I gol poi arrivano come sono arrivati gli ultimi due: io dico sempre che la cosa più importante è che la squadra vinca: mi sento peggio se segno e la squadra non vince”.