Cassetti: "Il City a volte prende con superficialità l'avversario. Totti allenatore? Non ce lo vedo"

02.12.2014 20:12 di Claudio Lollobrigida Twitter:    vedi letture
Fonte: Centro Suono Sport
Cassetti: "Il City a volte prende con superficialità l'avversario. Totti allenatore? Non ce lo vedo"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

L'ex giallorosso Marco Cassetti è intervenuto ai microfoni di Centro Suono Sport. Queste le sue parole.

La Roma vince lo Scudetto?
“Non si può dare una risposta secca, secondo me la qualità della rosa della Roma è più elevata rispetto a quella della Juve. Il calcio poi non è una scienza esatta, però secondo me i giallorossi sono superiori, potrebbe essere l’anno giusto”.

Peres del Toro?
“Lo avevo visto qui in casa contro la Roma e non mi era dispiaciuto, è molto veloce e tecnico, domenica ha fatto un gol pazzesco. Ma a me piace tanto Zappacosta dell’Atalanta, un terzino fluidificante vero”.

Holebas?
“Credo possa fare il titolare, quest’estate ai Mondiali mi era piaciuto molto, con un amico scherzando avevo detto che l’avrei visto bene a Roma e quando è arrivato ero contento. Ancora non è ai livelli del Mondiale, ma è normale, viene da fuori, parla poco l’italiano, ci vuole un po’ di adattamento”

Hai notato una ulteriore crescita nel gruppo rispetto all’anno scorso?
“Si sicuramente si, sono consapevoli della forza del gruppo, dopo un secondo posto vogliono alzare l’asticella, lo si capisce anche dalle dichiarazioni di allenatore e giocatori, devono fare questo passo importante, perchè secondo me la squadra è matura per vincere qualcosa di importante” .

Nainggolan com’è?
“Come persona lo conosco poco, è una persona molto tranquilla, è un giocherellone, non facciamoci impressionare dal look, perchè con i ragazzi fa gruppo, si diverte e fa divertire”.

Col City ce la fa la Roma?
“Sarà una gran partita, difficile, spero di si, giochi in casa con il pubblico giallorosso. Loro stanno attraversando un gran momento, hanno vinto contro il Southampton e stanno ritrovando fiducia, non ci voleva in questo momento. Hanno però dei momenti di appannamento. Li ho incontrati con il Watford in FA Cup e hanno fatto fatica a batterci, a volte prendono con superficialità l’avversario”.

Totti allenatore ce lo vedi?
“No sinceramente non ce lo vedo, poi conoscendolo a me non risulta che avesse questo desiderio. Poi mi fa piacere ancora vederlo in campo, anche l’altra sera ha fatto una partita straordinaria, è un giocatore unico”.