Bruno Conti: "Totti? Quando dirà addio non basterà uno stadio, contento che continui a giocare"

23.05.2016 21:38 di Marco Rossi Mercanti Twitter:    Vedi letture
Fonte: Sky Sport
© foto di Valeria Bittarelli
Bruno Conti: "Totti? Quando dirà addio non basterà uno stadio, contento che continui a giocare"

Come presenza era abbastanza scontata, ma c'è anche Bruno Conti a Cagliari all'addio al calcio del figlio Daniele, bandiera della società rossoblù. Il giocatore, in realtà, si era ritirato nella passata stagione ma, avendo chiuso la carriera con la retrocessione, aveva deciso di rimandare il saluto con i propri tifosi. E oggi, 23 maggio 2016, a 25 anni esatti dal saluto di suo padre con la Roma, Daniele dice basta con il suo Cagliari di nuovo nella massima serie. 

Questo l'intervento di Bruno Conti a Sky Sport:

"Guarda caso mio figlio ha festeggiato 25 anni dopo di me, ringrazio il Cagliari e il presidente per aver dato a mio figlio la possibilità di chiudere così, Cagliari è la sua terra, lui ha dato tutto per la sua maglia. MI ha convinto anche a indossare la maglia del Cagliari (ride). Daniele ha sempre detto che la sua Nazionale era il Cagliari, chiaramente da parte di un calciatore c'è sempre la speranza da parte di un calciatore di indossare quella maglia. Diventare una bandiera significa stare tanti anni in una società e dimostrare alla gente di essere una bandiera. Totti? È un capitano vero, sono contento che continui a giocare perché può dare ancora tanto, a lui non basterà uno stadio, Francesco è la Roma sotto tutti i punti di vista, vedi i suoi record. Poteva guadagnare di più, invece è rimasto nella Capitale".