I numeri di... Sassuolo-Roma 4-2 - I difetti romanisti all'ennesima potenza portano alla quarta sconfitta del 2020

02.02.2020 19:30 di Simone Valdarchi Twitter:    Vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Simone Valdarchi
© foto di www.imagephotoagency.it
I numeri di... Sassuolo-Roma 4-2 - I difetti romanisti all'ennesima potenza portano alla quarta sconfitta del 2020

La Roma crolla a Reggio Emilia sotto i colpi del Sassuolo e subisce la quarta sconfitta dall'inizio dell'anno solare (in 6 partite totali), una in più rispetto a tutta la prima metà della stagione. Numeri di un periodo buio, il più difficile della gestione Fonseca che al Mapei tocca il suo punto più basso. Oltre al risultato finale, a pesare sull'umore generale sono l'atteggiamento del primo tempo (da serie cadetta per citare Dzeko) e la battaglia tattica persa dal tecnico portoghese contro De Zerbi. Tutto questo 6 giorni dopo una delle prestazioni, quella contro la Lazio, più brillanti degli ultimi tempi, una gara ricca di rimpianti e speranze, disattese, per il futuro. Ora i giallorossi non possono che voltare pagina, dare il massimo in ogni partita cominciando dalla prossima (venerdì sera all'Olimpico) contro il Bologna, consci che la corsa al quarto posto, obiettivo minimo, è stata resa più ripida per colpa della Roma.

I NUMERI - Guardando le statistiche di questa partita la si può leggere e comprendere con poca fatica. Tutti i difetti della Roma, già mostrati in passato in piccole dosi nei vari incontri, si palesano sul campo del Sassuolo. La Roma prova come al solito ad imporre il suo gioco, mantenendo il pallino della gara con il 58% del possesso palla e volendo controllare il pallone nella metà campo avversaria. Gli uomini di Fonseca calciano molto, più del Sassuolo (15 ad 11 i tiri totali ed in parità, 9 a 9 quelli in porta) ma creano molte meno occasioni da gol (9 a 4). La mancanza di cinismo ed efficacia, notata in diverse occasioni, è il primo grande cruccio romanista. Il secondo, invece, è rappresentato dalla vulnerabilità difensiva: la Roma in fase di possesso ha un baricentro di 60,71 metri e per la squadra di De Zerbi, abile e rapida nelle transizioni, è un gioco da ragazzi arrivare davanti a Pau Lopez. Infine c'è da sottolineare, puramente come dato oggettivo e senza voler creare scusanti di alcun genere, il numero di sanzioni riservate dal signor Pairetto ai calciatori in maglia bianca: 7 ammonizioni, comprese le due a Lorenzo Pellegrini. Decisamente troppe in un match per lunghi tratti leale caricato di tensioni dal fischietto di Torino.

I SINGOLI - In una serata del genere, francamente, si fatica a scovare una prova individuale degna di nota (positiva) nella Roma. C'è da rimarcare la rete di Dzeko, importante dal punto di vista statistico poiché rappresenta il centesimo gol messo a segno dal bosniaco in maglia romanista. Il numero 9 è anche il giocatore con più tiri della gara, con le sue 4 conclusioni, delle quali soltanto una ha centrato lo specchio della porta.
Tra le fila del Sassuolo invece il compito è meno arduo e possiamo elencare tre protagonisti della vittoria neroverde.
Partendo dal basso, c'è da elogiare Consigli, in grado di sbarrare a più riprese la strada del gol agli attaccanti romanisti. Con le sue 6 parate, di cui 2 decisive, ha messo la sua firma sulla gara.
Se al novantesimo si potesse consegnare l'Oscar al miglior attore non protagonista, al termine di Sasusolo-Roma questo premio andrebbe a Manuel Locatelli. L'ex Primavera milanista si mette in luce con una performance eccezionale, garantendo equilibrio alla formazione di casa. In ordine, è il giocatore del Sassuolo con più: palloni giocati (54), passaggi riusciti (36) e recuperi (13). Inoltre ha il grande merito di separare Dzeko e la sua doppietta a pochi centimetri dalla linea di porta.
Chiudiamo con Domenico Berardi. L'esterno ormai simbolo del Sassuolo gioca una gara di grande sacrificio, aiutando sempre in fase difensiva Kyriakopoulos nel controllare Kluivert. Quando si proietta in avanti poi è il più pericoloso, con 2 passaggi chiave e 6 tiri (più di ogni altro suo compagno) verso la porta difesa da Pau Lopez.

SASSUOLO-ROMA 4-2 - SABATO 1° FEBBRAIO 2020 (20:45) - MAPEI STADIUM

Durata incontro: 90'+5'
Marcatori: 7', 16' Caputo (S), 26' Djuricic (S), 55' Dzeko (R), 73' rig. Veretout (R), 74' Boga (S).
Ammoniti: 24' Cristante (R), 29' Santon (R), 34' Obiang (S), 44' Pellegrini (R), 62' Kluivert (R), 65' Spinazzola (R), 84' Mancini (R).
Espulsi: 69' Pellegrini (R).
Possesso palla: 42% (S) - 58% (R)
Tiri totali: 11 (S) - 15 (R)
Tiri in porta: 9 (S) - 9 (R)
Occasioni da gol: 9 (S) - 4 (R)
Parate: 6 (S) - 5 (R)
Falli commessi: 6 (S) - 19 (R)
Contrasti: 27 (S) - 28 (R)
Palle recuperate*: 38 (S) - 37 (R)
Palle perse: 11 (S) - 14 (R)
Angoli: 5 (S) - 11 (R)
Fuorigioco: 2 (S) - 1 (R)
Passaggi riusciti: 272 (S) - 430 (R)
Accuratezza passaggi: 84% (S) - 87% (R)

*per palle recuperate si intendono: palle spazzate via, tackles riusciti, duelli aerei vinti, duelli a terra vinti, duelli 50%-50% vinti.