SPECIALE VG - De Sisti: "Kjaer soffre il sistema di gioco". Maldera: "E' stata la solita Roma". Rizzitelli: "Con questa sconfitta si rischia anche l'Europa League"

14.02.2012 18:00 di Gabriele Chiocchio   vedi letture
SPECIALE VG - De Sisti: "Kjaer soffre il sistema di gioco". Maldera: "E' stata la solita Roma". Rizzitelli: "Con questa sconfitta si rischia anche l'Europa League"
Vocegiallorossa.it
© foto di Alberto Fornasari

Fervono le discussioni dopo la brutta partita giocata ieri sera dalla Roma, sconfitta al Franchi per 1-0 e protagonista di una brutta prestazione anche sul piano del gioco. Vocegiallorossa.it ha contattato per parlarne tre ex giallorossi: Giancarlo De Sisti, Aldo Maldera e Ruggiero Rizzitelli.

Brutta sconfitta della Roma a Siena. Un commento?

De Sisti: “Non è stata una bella prestazione perché la squadra è andata troppo lentamente, perché troppi giocatori erano al di sotto delle condizioni di forma, perché questa Roma sembra andare ad intermittenza, è capace di subire a raffica e di segnare a raffica. Squadra incostante e interessante tecnicamente ma scriteriata tatticamente”

Maldera: “Sconfitta pesante, normale che quando si incontra la Roma con quel tipo di gioco non viene fatta giocare. E’ stata la solita Roma, si vede che ha cambiato il modulo di gioco e cerca di fare la partita. Se poi non tiri in porta non è facile. In ogni caso quest’anno vedo nel campionato vedo risultati particolari”.

Rizzitelli: “Dopo la grande prestazione con l’Inter tutti si aspettavano il salto di qualità, che non c’è stato perché non si riesce a capire qual è la Roma ”vera”. Non c’è stata prestazione, si può anche perdere ma una partita del genere diventa brutta da commentare, la Roma ha concesso 4-5 palle gol nitide all’avversario. Non si riesce mai a capire se si può fare salto di qualità”.

Ieri sera Kjaer ha commesso un altro errore. Il danese è un problema o è recuperabile?

De Sisti: “Non si sta inserendo bene, ha problemi perché quando giocava nel Palermo sembrava  destinato a una carriere luminosa, poi ha fatto l’esperienza tedesca. Spero trovi la giusta dimensione, così non soddisfa né gli altri, né se stesso, non è in un periodo felice. Doveva crescere e si è fermato, non so darne un giudizio definitivo. Credo soffra  per qualcosa, forse soffre il sistema di gioco che presta il fianco a incursioni centrali dell’avversario. L’avversario che affronta la Roma con grande duttilità tattica cerca di infilarsi centralmente, laddove Kjaer ma anche Juan e Heinze vengono infilati. E’ un prezzo che la Roma paga per cercare continuità, sospendere un giudizio definitivo che per ora però è negativo”.

Maldera: “Trova delle difficoltà, ieri non ho visto tutta la partita ma credo che questi giocatori vadano fatti giocare, il campo parla da solo”.

Rizzitelli: “L’abbiamo detto a inizio stagione, Kjaer non è il giocatore ideale per il gioco della Roma, e oltretutto dopo il derby è andato in confusione. Tutte le volte che entra, mi dispiace per lui, fa danni con un minimo errore. E’ un buon giocatore ma al momento è impresentabile, soprattutto sul piano mentale.”

La Roma può puntare ancora alla Champions League o è più realistico un obiettivo Europa League?

De Sisti: “Abbiamo detto che è una squadra rinnovata e tecnicamente buona, che ha un modo di giocare che talvolta avviluppa l’avversario fino a stordirlo e che altre volte è lento e prolisso. Squadra completamente nuova, per adesso è molto incostante, sospenderei il giudizio anche su questo”.

Maldera: “Bisogna andare avanti così, cercare di migliorare, bisogna analizzare le sconfitte ed eliminare i difetti. E’ chiaro che bisogna giocare ma bisogna saper rispettare gli avversari e prenderli al momento . L’obiettivo c’è e ci mancherebbe altro, ha dei buoni giocatori e un allenatore nuovo”.

Rizzitelli: “Prima di ieri la Roma poteva riaprire la lotta per la Champions League: l’Udinese ha due gravi infortunati, l’Inter è l’Inter e bisognava approfittare per inseguire la Lazio. Il sogno era arrivare in Champions viste anche le altre che non vanno, si sperava nel colpaccio ieri visto anche il calendario che portava al derby spartiacque. Se perdi a Siena però rischi addirittura l’Europa League, visto che anche il Napoli si sta riprendendo”.