ESCLUSIVA VG - Volpi: "La Sampdoria giocherà a viso aperto contro la Roma. Strootman può reinventarsi regista"

27.01.2018 12:52 di Gabriele Chiocchio Twitter:    Vedi letture
Fonte: VG Radio - Alessandro Carducci, Danilo Magnani
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
ESCLUSIVA VG - Volpi: "La Sampdoria giocherà a viso aperto contro la Roma. Strootman può reinventarsi regista"

L'ex capitano della Sampdoria, Sergio Volpi, è intervenuto nel corso di VG Radio, l'approfondimento a cura della redazione di Vocegiallorossa.it in onda su TMW Radio.

Che partita ti aspetti domani?
“Mi aspetto una partita in cui la Roma sicuramente attaccherà per cercare di vincere, ma devo dire che la Sampdoria fino adesso è andata a giocare su tutti i campi a viso aperto, non si è mai chiusa dietro”.

Mercoledì si è vista una Sampdoria propositiva, ti aspetti che anche all’Olimpico si comporti così?
“Ho visto giocare la Sampdoria, è andata ovunque giocando a viso aperto, sono convinto che lo farà anche a Roma, pur trovando delle difficoltà visto che la Roma è una squadra forte”.

Cosa è successo secondo te in questi mesi ai giallorossi?
“Credo che le favorite per lo scudetto siano Juventus e Napoli, le altre hanno qualcosa in meno. La Roma è ripartita con un nuovo allenatore e ha trovato un po’ di difficoltà, ci può stare. Penso però che i giallorossi possano competere per i primi quattro posti”.

Da ex calciatore, come si riacquisisce concentrazione?
“Credo che i giocatori abbiano trovato difficoltà, la Champions ha portato via energie e si subisce in campionato. Nessuno pensava che la Roma potesse essere favorita nel girone, i giallorossi hanno fatto un grande girone e possono aver pagato. Se non fossero una grande squadra, non si sarebbero qualificati”.

Giusto puntare tutto su Schick dopo la partenza di Džeko?
“Schick ha dimostrato di essere un buon giocatore e di avere un gruosso futuro davanti a sé; mercoledì ha dato forza e idee all’attacco della Roma. Essendo giovane, alternerà prove positive ad altre meno”.

Domenica ti aspetti Džeko ancora in campo?
“Fossi l’allenatore della Roma, finché è a disposizione lo farei giocare. Ha grande qualità, è un campione, è giusto farlo giocare”.

Quando c’era un tuo compagno in partenza, è mai arrivato qualcuno della dirigenza a dire di non farlo giocare?
“Assolutamente no, finché Džeko si allena gioca dal primo minuto, è un giocatore importante per la Roma e può fare la differenza”.

Alla Roma manca un regista come lo eri te? Torreira è diventato un giocatore che può fare il salto di qualità?
“Torreira si sta confermando, sta ripetendo lo scorso campionato, sembra che stia migliorando. Per quanto riguarda il centrocampo della Roma, penso sia forte e che ci siano tanti giocatori che possono fare quel ruolo. Strootman ha le caratteristiche e le qualità per poterlo fare”.

Strootman si può reinventare in quel ruolo dopo i problemi avuti?
“Penso di sì, è un giocatore molto valido tatticamente, sa giocare anche di prima. Penso pssa ricoprire molto bene quel ruolo”.