ESCLUSIVA VG - Laziopress.it, De Lellis: "La Roma arriverà terza, non ha rivali"

29.09.2018 07:30 di Alessandro Carducci Twitter:   articolo letto 13375 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
ESCLUSIVA VG - Laziopress.it, De Lellis: "La Roma arriverà terza, non ha rivali"

In vista del delicatissimo derby di domani pomeriggio (ore 15:00), la redazione di Vocegiallorossa.it ha intervistato il redattore di laziopress.it, Enrico de Lellis.

Come arriva la Lazio?
“Arriva dopo una vittoria importante, contro l'Udinese, con Inzaghi che ci ha sorpreso con un ampio turnover. Immobile e Milinkovic erano intoccabili scorso anno. Non ci sono infortunati ad eccezione della questione Radu ma Wallace sta facendo bene e, nel caso, avrà voglia di riscattarsi dopo l'errore di qualche anno fa, che permise a Strootman di segnare. La Lazio arriva sicuramente bene fisicamente e mentalmente".

Nell'ambiente come viene percepita la Roma?
“Una squadra importante nel nostro campionato. Il mercato non è stato facile, ha perso 3 giocatori importantissimi come Alisson, Nainggolan e Strootman, l'ossatura centrale. Non sono stati sostituiti da giocatori di pari livello ma da giovani come Cristante, che ha disputato una grande stagione lo scorso anno, ma serve tempo. La Lazio è più abituata ad aspettare i propri giocatori. La Roma sta vivendo una crisi di risultati ma non di spirito. A volte il derby capita al punto giusto, se tutto va nella stessa direzione si può svoltare. Cristante e Kluivert molto giovani e sono stati troppo responsabilizzati subito. In campionato i giallorossi possono mettersi alle spalle di Juve e Napoli. Gli azzurri mi hanno stupito, la Juve no perché fa un altro sport. Possono permettersi di lasciare Bernardeschi in panchina e non pensa nemmeno la mancanza di dì Douglas Costa.

Prima dell'inizio di campionato credevo che la Roma potesse arrivare sopra il Napoli, ora invece vedo i partenopei superiori, ma la Roma arriverà terza, non ha concorrenti. L'Inter non vale i giallorossi come rosa e vince per episodi. Il Milan non è pronto forse nemmeno per l'Europa League. La Lazio si avvicina ogni anno alla Roma ma non è ancora pronta e lotterà per l'ultimo posto della Champions con Inter, Milan e non escludo anche la Fiorentina, che gioca una gara a settimana".

Un giocatore chiave di Roma e Lazio?
"Spesso i derby vengono decisi dagli uomini da cui ci si aspetta di meno. Comunque dico Leiva, Milinkovic Lulic, Luiz Alberto e Immobile. Della Roma mi preoccupano Pastore e i due esterni, El Shaarawy e Ünder. La Lazio soffre inserimenti degli esterni. Non mi spiace l'assenza di Perotti. Sa interpretare queste partite e ha tanta qualità. Dzeko è il giocatore che mi fa più paura, gli capita una mezza palla sporca te la butta dentro. Derby ricco di qualità".