ESCLUSIVA VG - La maglia di Dzeko, il derby di Tiago Pinto. Tutti i retroscena su come è stato scoperto e portato Tahirovic alla Roma

04.01.2023 15:30 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
ESCLUSIVA VG - La maglia di Dzeko, il derby di Tiago Pinto. Tutti i retroscena su come è stato scoperto e portato Tahirovic alla Roma
© foto di Vocegiallorossa.it

"Questi ultimi 20 minuti non sono 20 minuti di sorpresa, ma di speranza, perché Tahirovic sarà un grande giocatore". Questo il commento all'esordio del calciatore svedese da parte dello Special One, José Mourinho, a dimostrazione di un rapporto sempre stato buono, fin da quando le loro strade si sono incrociate, con l'allenatore portoghese che da subito diceva a microfoni spenti, quanto di buono ha dichiarato al pubblico in questi giorni. L'esordio contro il Torino è soltanto la punta dell'iceberg della storia del ragazzo.

IL DERBY DI TIAGO PINTO - Tahirovic è un giocatore del Vasalunds IF e uno dei suoi agenti, Daniele Piraino, lo segnala a Simone Lo Schiavo, allora caposcout delle giovanili della Roma. Il centrocampista viene visionato attraverso dei video che convincono sia lui che Morgan De Sanctis (i due attualmente sono DS e vice nella Salernitana, ndr), ma non c'è molto tempo, perché sul giocatore ci sono anche altre squadre europee e Tahirovic viene dunque fatto arrivare a Trigoria. Qui viene visionato, ovviamente, anche dal GM Tiago Pinto che ne rimane entusiasta. Quest'ultimo, infatti, sa che su di Tahirovic c'era anche il Benfica, proprio la squadra di cui era DG prima di firmare per la Roma. L'affare si chiude in pochissimo tempo e Tahirovic diventa un giocatore della Roma: al calciatore vengono riconosciuti dai dirigenti giallorossi una grande personalità, un grande dinamismo, oltre che intelligenza nelle giocate. Ovviamente, ha dovuto colmare un po' di gap tattico visto che nel campionato da cui proveniva si giocava un calcio diverso rispetto a quello italiano. 

L'IDOLO DZEKO E LA GUIDA DI MATIC - Una curiosità: quando è arrivato nella Capitale a lui, di origini bosniache, è stata fatta trovare una maglia autografata del suo idolo, Edin Dzeko. Non solo: così come dichiarato da Volpato giorni fa, dopo la gara contro l'Hellas Verona, Matic autore della rete contro il Torino è uno dei giocatori con cui Tahirovic ha legato maggiormente in prima squadra. 

IL SUO FUTURO - Tahirovic ha rinnovato da poco per altri 3 anni con la Roma e, stando a quanto raccolto da Vocegiallorossa.it, le intenzioni del club sono quelle di puntare sul calciatore, tenendolo a Trigoria.