ESCLUSIVA VG - Corelli: "La Roma mi ha detto che non avrei trovato spazio e ho preferito una nuova esperienza. Qualora rientrassi di nuovo nei loro piani sarebbe un sogno"

28.08.2022 18:10 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: Redazione Vocegiallorossa - Luca d'Alessandro
ESCLUSIVA VG - Corelli: "La Roma mi ha detto che non avrei trovato spazio e ho preferito una nuova esperienza. Qualora rientrassi di nuovo nei loro piani sarebbe un sogno"

Alice Corelli è passata in settimana dalla Roma Femminile, al Pomigliano. Domenica in occasione della prima giornata di Serie A Femminile, il calendario vede proprio queste due squadre affrontarsi. L'ex attaccante giallorossa è stata intervistata in esclusiva dalla redazione di Vocegiallorossa.it. 

Dopo 8 anni, 3 scudetti Primavera e una Coppa Italia con la Prima squadra arriva per te questa nuova esperienza. Quali sono le tue sensazioni?
"Sappiamo di andare incontro ad un'annata molto difficile dato che le squadre hanno tutte delle rose importanti quindi la lotta salvezza sarà molto dura da affrontare ma le mie sensazioni sono positive perché ce la metteremo tutta per raggiungere l’obiettivo".

Quali son state le valutazioni fatte con la Roma in merito a questa tua partenza? 
"Dato che mi è stato detto che non avrei trovato molto spazio nei piani della Roma ho preferito andare a fare una nuova esperienza dove potrei trovare più continuità".

Come ti stai trovando a Pomigliano e quali sono i tuoi obiettivi personali?
"A Pomigliano mi sto trovando bene anche con le mie compagne che mi hanno subito accolto all’interno del gruppo, per quanto riguarda i miei obiettivi personali non mi pongo limiti dato che cercherò di fare più goal possibili e dimostrare il mio valore".

Scherzo del destino il calendario ti metterà proprio di fronte alla Roma alla prima di Serie A. Speri di essere mandata subito in campo? Che effetto ti farà visto che cosa siano i colori per te "spiegarlo non è facile"? 
"Ovviamente spero di giocare subito dall’inizio dato che queste sono le partite più belle da affrontare non sarà mai una partita qualunque perché i colori della Roma sono cuciti sulla mia pelle e lo saranno per sempre".

L'anno scorso siete arrivate seconde sia in campionato che in Coppa Italia, si può dire che per la prima volta, l'obiettivo della Roma, sia lo scudetto? 
"
Sicuramente la Roma lotterà per un campionato da vertice anche se dovrà vedersela con squadre altrettanto forti". 

Tre allenatori: Melillo, Bavagnoli, Spugna. Cosa hai imparato da ognuno dei tre che ti ha fatto crescere? 
"Da ogni allenatore ho imparato qualcosa, tutti e tre hanno arricchito il mio bagaglio di esperienza e ognuno di loro mi ha trasmesso qualcosa di diverso. Melillo e Bavagnoli mi hanno dimostrato tanta fiducia difatti sono stati gli allenatori con cui ho giocato sempre e mi hanno fatto acquistare una grande fiducia dei miei mezzi nonostante la giovane età. Con Spugna ho passato un solo anno dove non ho trovato spazio ma comunque sotto alcuni aspetti mi ha fatto crescere".

Hai già parlato col nuovo mister su come verrai impiegata? 
"Sì, ho parlato con il nuovo mister ed in base alle esigenze troveremo la giusta collocazione ma la cosa più importante è trovare spazio".

Nel tuo post di arrivederci su Instagram hai menzionato il tuo attuale fidanzato "facendomi capire cosa sia giusto e cosa sbagliato". In cosa stavi sbagliando ed è Pomigliano la scelta giusta per la tua carriera? 
"Sicuramente questa mia frase non era riferita solo al calcio ma nella vita in generale dato che era un periodo in cui non mi sentivo più me stessa, per quanto riguarda il calcio però la cosa fondamentale è quella di avermi fatto riacquistare la fiducia in me stessa e nelle mie qualità che avevo perso in quest’ultimo anno".

Sei in prestito al Pomigliano per questa stagione, nella tua testa il pensiero è quello di ritornare a Roma e rimanerci oppure non ti precludi eventuali nuove avventure? 
"Qualora un giorno rientrassi di nuovo nei piani della Roma sicuramente realizzerei un sogno perché tornare a giocare con quella maglia da protagonista è ciò che ho sempre desiderato ma qualora questo non accadesse sarei costretta a valutare altre nuove avventure".

Per finire, qual è il tuo ricordo più bello e gratificante che hai avuto con la Roma? 
"Non ce n’è uno in particolare visto che ogni scudetto ha il suo valore mentre per l’esperienza in prima squadra sicuramente direi la vittoria della Coppa Italia:  in quella circostanza ho vissuto un’emozione indescrivibile".

Corelli