Una grande Roma

15.12.2020 20:15 di Alessandro Carducci Twitter:    Vedi letture
Fonte: L'editoriale di Alessandro Carducci
Una grande Roma

Ormai si può dire senza timore di essere smentiti: la Roma quest’anno ha una buona rosa, un’ottima rosa. Ha sbagliato una partita, quella di Napoli, e sta in scia alle prime della classe con merito. Qualsiasi squadra avrebbe risentito e sofferto dell’assenza di Pedro e Zaniolo sulla trequarti. A Bologna non se c’è accorto nessuno perché, dietro a Dzeko, si sono posizionati Pellegrini e Mkhitaryan, non proprio gli ultimi arrivati. Il numero 7 giallorosso, spostato in avanti, ha ricordato ai più smemorati il talento che ha nel trovare linee di passaggio sconosciute ai comuni mortali. A centrocampo, nessuno si è accorto dell’assenza di Pellegrini perché ha giocato Villar, arrivato tra lo scetticismo generale ma è un calciatore con una capacità e rapidità nella selezione della giocata da top player.
La Roma ragione come una squadra, si muove come un squadra, un gruppo unico, un monolite difficile da scalfire. Dove potrà arrivare in campionato e in Europa è difficile da dire. Bisogna dare merito a Fonseca, trattato come un povero scemo fino a poche settimane fa, ma abile nel dimostrare di essere un grande allenatore, bravo in campo e bravo anche fuori dal campo, con una comunicazione pacata e mai esagerata. I tifosi possono godersi una Roma bella, piena zeppa di tecnica e qualità, ben organizzata, arrabbiata e determinata il giusto. E non è poco.