Tutte e tre le strade che portano a una Roma ai massimi livelli

10.07.2022 18:45 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: L'editoriale di Luca d'Alessandro
Tutte e tre le strade che portano a una Roma ai massimi livelli
Vocegiallorossa.it

Sta per concludersi la prima settimana della nuova stagione coi giallorossi impegnati a Trigoria tra allenamenti e test amichevoli. Dalla prossima settimana la squadra si trasferirà in Portogallo e, come successo nella passata stagione, aumenteranno gradualmente gli impegni con avversari di livello. Mourinho di fatto ci aveva abituato già la scorsa stagione a voler abituare i propri calciatori, il prima possibile, al ritmo partita. Il tutto con un piano ben collaudato fatto da un minutaggio, per ogni calciatore, prestabilito. Sarà l'occasione di vedere all'opera i nuovi arrivati Svilar, Celik e Matic. Fin qui nulla di nuovo e la Roma e il proprio allenatore sanno quale strada percorrere per continuare il percorso intrapreso una stagione fa. 

Il fulcro sarà il calciomercato. Zaniolo è il calciatore che tra valutazione e richieste può fornire al club un tesoretto da investire. Inutile da dire come tutte le sue prestazioni, le sue espressioni, così come lo sono già i suoi post social, saranno sotto la lente d'ingrandimento, vista la situazione di stallo per quanto riguarda un suo eventuale rinnovo e i discorsi con la Juventus. Questa è la seconda strada, quella più incerta e complicata. Tiago Pinto non ha un potere d'acquisto tale da poter dettare legge, non ha una squadra che gioca in Champions in grado da far propendere verso la Capitale, quei calciatori che vogliono avere i riflettori mediatici puntati su di loro dati dalla massima competizione europea di calcio. Al momento, dei tre acquisti fatti, l'unico titolare, sulla carta è Matic, vecchia conoscenza di Mourinho, mentre Celik deve provare a insidiare Karsdorp, forse il calciatore che ha tratto più benefici dal cambio di modulo della squadra in questi ultime stagioni. La Roma affronterà ben 4 turni di Serie A col mercato aperto: Salernitana, Cremonese, Juve e Monza. Due neopromosse e la Salernitana che si è salvata per il rotto della cuffia la scorsa stagione. Qui la strada da percorrere si apre a un altro bivio: aspettare gli ultimi giorni e vedere quanti punti incamerati (soprattutto lo scontro diretto con la Juve) per riuscire a comprare a prezzi migliori o farsi trovare già pronti per puntare subito allo sprint, puntando almeno a 9 punti con la gara di Torino da 1x2. 

Poi c'è la strada che porta alla pietra miliare, quella dello stadio. Un qualcosa che ha visto tentare e fallire le ultime due proprietà del club. Adesso, dopo un paio di anni di orientamento e studi, l'area trova è di quelle che non dovrebbe destare troppi problemi come quelli provocati da Tor di Valle. Il progetto è ancora in fase di sviluppo e, da quanto trapela, sarà diverso visto che in un paio di anni sono cambiati alcuni parametri, su tutti, l'affluenza allo stadio. 

All roads lead to Rome è uno degli slogan del marketing del club. Non ne servono tante, appena tre, da imboccare e percorrerla fino alla fine, per avere una Roma competitiva ai massimi livelli.