Le parole di Pallotta, l'arma Schick a disposizione di Di Francesco

01.05.2018 11:05 di Alessandro Carducci Twitter:    vedi letture
Fonte: L'editoriale di Alessandro Carducci
Le parole di Pallotta, l'arma Schick a disposizione di Di Francesco

Ci eravamo augurati che il gol contro la SPAL potesse essere lo scatto per sbloccare Patrik Schick, così come è stato il gol contro il Verona per Ünder o l'ormai famoso salvataggio in spaccata di Bruno Peres contro lo Shakhtar. Contro il Chievo, Schick è andato in gol. Ha avuto freddezza, la stessa freddezza mai mostrata in questi mesi. Parliamoci chiaro: lo stesso gol non l'avrebbe realizzato appena due settimane fa. L'ex Samp si è poi sacrificato in fase difensiva, prendendo gli applausi dell'Olimpico. Per questa stagione magari è tardi ma la Roma può dire di aver finalmente trovato l'attaccante pagato così tanto lo scorso anno. I margini di miglioramento sono enormi e siamo ancora all'inizio del percorso ma, almeno, abbiamo iniziato a vedere sprazzi delle qualità mostrate a Genova. È migliorata anche l'intesa con Dzeko che, pur senza strafare, ha portato a casa una doppietta e la notizia, ormai, è che non fa più notizia. Un cambiamento notevole rispetto al passato. Il bosniaco è così pronto a mettersi il vestito da sera, quello elegante, da Champions, che quest'anno lo ha portato a essere spesso decisivo nella massima competizione europea.

La rimonta è possibile, sebbene difficilissima. Difficilissima perché il Barcellona era venuto in vacanza a Roma mentre il Liverpool non farà lo stesso errore. Inoltre, gli inglesi vanno a nozze se bisogna partire in contropiede e la Roma dovrà necessariamente scoprirsi.

Certo è che i giallorossi, secondo pronostico, non avrebbero dovuto nemmeno superare il girone, poi sembrava un miracolo lo Shakhtar, poi la Roma era stata data per morta con il Barcellona. Insomma, almeno in Champions la squadra di Di Francesco si è divertita a ribaltare qualsiasi pronostico facendo ammattire gli scommettitori. Bisognerà essere bravi nei duelli, sia difensivi che offensivi e Ünder dovrà riscattare l'opaca gara di andata. È giovane, non è abituato a questi livelli ma la Roma avrà bisogno delle sue accelerazioni e dei suoi uno contro uno, dovendo tra l'altro fare a meno di Perotti.

Chiusura su Pallotta: ha detto cose sacrosante. Non ha attaccato tutti i tifosi, non ha attaccato la Curva, non ha attaccato i due ragazzi arrestati (che hanno negato di essere i responsabili del pestaggio). Ha detto che chiunque abbia mandato in coma Sean Cox ha danneggiato tutti i tifosi della Roma. Difficile sostenere il contrario. Pur non avendo ancora chiaro il contesto in cui i fatti siano avvenuti (la polizia sta ancora indagando), è difficile prendere le parti di chi manda in coma un'altra persona, rischiando di ucciderla. Su questo, almeno, dovremmo essere tutti d'accordo.