Da Veretout a Zaniolo e forse Spinazzola. I calciatori più attesi per un ulteriore sprint per il finale di stagione

02.04.2022 08:40 di Luca d'Alessandro Twitter:    vedi letture
Fonte: L'editoriale di Luca d'Alessandro
Da Veretout a Zaniolo e forse Spinazzola. I calciatori più attesi per un ulteriore sprint per il finale di stagione
Vocegiallorossa.it

Manca sempre meno alla ripresa dei giochi in casa Roma, con la gara del Marassi primo appuntamento dell'ultima fase di stagione. A questo punto le squadre sono bene rodate, ognuna coi propri equilibri e gli allenatori tendono a fidarsi del proprio gruppo dei titolari per i match più caldi e pesanti, come quelli che attenderanno i giallorossi fino a maggio. C'è un però. La Roma è ancora in corsa per due competizioni e difficilmente non saranno state ascoltate le dichiarazioni di Mourinho post-Udinese e post-Vitesse. Lo Special One si è soffermato su quanto giocare giovedì in Europa e nel week-end in Serie A, con turni a eliminazione diretta andata e ritorno intervallati da una settimana, abbia inciso nel rendimento della squadra. Il derby è una storia a parte e l'approccio mentale a un match del genere, girato fin dal primo minuto al meglio per la Roma, ha fatto sì che questi discorsi venissero meno. 

Uno scenario che si riproporrà immediatamente, visto che il calendario mette di fronte ai giallorossi Sampdoria, Bodø/Glimt, Salernitana e di nuovo i norvegesi in appena 14 giorni (e così sarà anche per eventuali semifinali). Una situazione che potrebbe/dovrà essere risolta molto probabilmente da quei calciatori, più o meno importanti, finiti, chi più, chi meno, fuori dei riflettori. L'esempio, nel senso di giocatore da prendere come modello è Sergio Oliveira. Il portoghese è arrivato ha fatto faville, poi è scomparso, per poi essere decisivo in Olanda e uno dei protagonisti tattici del derby. Ma in rosa ci sono i vari Vina, Maitland-Niles e Veretout (finito nuovamente sotto i riflettori in negativo). Loro tre in, in un certo senso, possono fungere da ago della bilancia per far tirare il fiato ai due quinti titolari e non abbassare il livello della mediana. 

Capitoli a parte sono Zaniolo e Spinazzola. La sua assenza nel derby è stata forse l'unica nota stonata a cui è seguita una non brillante prestazione con l'Italia. Il numero 22 giallorosso è stato uno dei titolari di Mourinho in stagione, protetto e coccolato pubblicamente, ma con pochi risultati in termini di numeri. Poi c'è il Leonardo nazionale, con la sua lunga marcia di avvicinamento al ritorno in campo, dopo la rottura del tendine d'Achille a quegli Europei vinti, appena la scorsa estate, ma già così lontani vista la delusione mondiale patita contro la Macedonia. L'esterno sinistro, potrebbe essere un'ulteriore spinta (in tutti i sensi) in un ruolo complicato che, al momento, viene interpretato, con buoni risultati da Zalewski.